La donna impudica.

Il museo del Castello Sforzesco a Milano custodisce un bassorilievo molto particolare, infatti fra madonne e nobili condottieri, è possibile ammirare una tavoletta raffigurante una donna che si pettina (o secondo alcuni pareri si rade) il pube.

Questa tavoletta si trova nella sala numero VI, dedicata ai reperti medievali, ma un tempo la sua posizione era ben altra, ornava, infatti, uno degli ingressi alla città di Milano, Porta Tosa, divenuta poi Porta Vittoria dopo l’Unità d’Italia.

Il nome Porta Tosa è facilmente spiegabile, infatti in milanese “tosa” significa appunto “ragazza” e quella scolpita è certamente una ragazza o meglio una prostituta: pettinarsi il pube infatti era un’usanza frequente nel XII fra le donne di strada che serviva a eliminare i pidocchi, ma la sua rasatura era invece una pena inflitta alle donne accusate di essere delle prostitute o delle adultere.

Quello che sembra strano però è l’abbigliamento della donna , indossa infatti una lunga veste e una corona sotto la quale sono raccolti i capelli, proprio come se fosse una principessa.

Per molti la donna impudica è infatti Beatrice di Borgogna, la moglie di Federico Barbarossa che nel 1162 mise a ferro e fuoco la città di Milano.

Per altri, il bassorilievo ritrae Leobissa, l’imperatrice di Costantinopoli che avrebbe negato ai cittadini milanesi l’aiuto per ricostruire la città dopo la distruzione causata da Barbarossa.

Infine, per altri ancora, si tratterebbe di una ragazza di Milano che, all’arrivo delle truppe nemiche di Federico Barbarossa, si alzò le vesti per distrarre i soldati.

La scultura, considerata oscena da Carlo Borromeo, divenuto arcivescovo di Milano nel 1566, fu rimossa dalla porta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...