“Parolacce” in dialetto milanese.

“Parolaccia”

Traduzione italiana

Và a dà via i ciapp! Va a quel paese!
Và a Bagg a sonà l’orghen Vai a Baggio a suonare l’organo!
( Infatti nella Chiesa di Baggio l’organo non c’era, ma era solo dipinto)
Và a cà a fa rusti’ el lacc! Vai a casa a far arrostire il latte!
Và a ciapa’ i ratt! La traduzione letteraria è “vai a prendere i topi”… è un modo piu’ fine per mandare l’interlocutore a quel paese.
Và a cà a petenà i gaenn! Vai a casa a pettinare le galline!
Te se propri un pirla! Sei proprio un cretino!
Và a scuà ‘l mar! Vai a pulire il mare! (E’ un invito a perder tempo altrove.)
Và a munc l’ors con la paletta! Va a mungere l’orso con la paletta!
Aveg 3l coo d’una gajna Avere la testa di una gallina
Bon per i cai! Buono per i calli (inutile).
Ciaparàtt! Buono a nulla!
L’ha becaa l’oca! L’ha beccato l’oca (pazzo).
Mena no el turun! Non parlare a vanvera!
Te ghè ciapà la vaca per i ball. Stai facendo un lavoro sbagliato o al contrario di come andrebbe fatto.
Annunci

8 pensieri su ““Parolacce” in dialetto milanese.

  1. Mi sembra di ascoltare Jannacci, Gaber,Giovanni e Giacomino…Aldo mmmmmh no! 🙂 almeno che non si parli della “cadrega” con il Conte Draaacula! 🙂 🙂
    comunque … segnato anche l’Organo “che non c’è” ! 😉 buone Feste!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...