Il Palazzo Berri-Meregalli.

Questo capolavoro dell’architetto Giulio Ulisse Arata, situato in via Cappuccini al numero 8, nei pressi di corso Venezia a Milano, fu edificato tra il 1911 e il 1914.

Si tratta di una costruzione ad angolo che unisce diversi stili architettonici: dal romanico (notabile dalle pietre e dai mattoni a vista, così come dagli archi) al gotico, dal rinascimentale, allo stile Liberty e dal modernismo catalano di Gaudì, che porta un piccolo frammento di Spagna a Milano.

Oltre la cancellata in ferro battuto, che ricorda la grata di un castello medievale, si può ammirare l’androne fatto di marmi, bugnati, archi in cotto, soffitti a cassettoni e mosaici multicolori, realizzati da Angiolo D’Andrea: si direbbe quasi una cattedrale bizantina.

In fondo all’ingresso, infine, è conservata una preziosa scultura di Adolfo Wildt: una testa di donna con un velo e un paio di ali, chiamata “La Vittoria”.

 

ADOLFO-WILDT-La-Vittoria.jpeg

 

 

Annunci

Un pensiero su “Il Palazzo Berri-Meregalli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...