Recensione Cedrata – Schweppes.

La cedrata del brand Schweppes è una bevanda analcolica gassata e zuccherata al gusto di cedro.

Rappresenta una variante di gusto della classica e più famosa acqua tonica Schweppes e pur mantenendone in parte il nome, questa bevanda risulta essere una vera e propria cedrata.

Il sapore di questa bevanda è aspro con una leggera nota amara, perciò la consiglio solo a coloro che amano ovviamente i sapori aspri, tipici degli agrumi come il limone e il cedro e cercano una bevanda rinfrescante, poichè trovo sia molto più buona consumata fredda.

 

  • Voto packaging: 6 1/2
  • Voto prodotto: 7
  • Prezzo: 1.49€
  • Consigliato: si

Pasta Zucchine e Philadelphia.

Ingredienti x 4 persone:

  • 300 g di spaghetti integrali.
  • 3 zucchine medie.
  • 1 scalogno.
  • 150 g di Philadelphia alle erbe.
  • Vino bianco q.b.
  • Pepe bianco in polvere q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale q.b.

Preparazione:

Lavare e affettare le zucchine a julienne o a listarelle.

In un tegame largo sfumare con l’olio, lo scalogno tagliato a rondelle.

Appena sarà dorato, versare le zucchine e salarle.

Aggiungere mezzo bicchiere di vino bianco secco.

Tagliare il Philadelphia a cubetti piccoli e pestarli leggermente.

Versarlo nel sughetto di zucchine non appena il vino sarà evaporato.

Far cuocere per circa 15 minuti.

Intanto far bollire l’acqua per la pasta.

Cuocere gli spaghetti al dente e scolarli.

A fiamma accesa, versare la pasta nel condimento di zucchine e Philadelphia e far saltare per 2 minuti, amalgamando bene il tutto.

Spegnere la fiamma e aggiungere il pepe bianco in polvere.

Servire caldi.

Guaranà.

Il Guaranà è una pianta rampicante, sempreverde, nativa della foresta amazzonica, appartenente alla famiglia delle Sapindaceae.

Il Guaranà è un ingrediente comune nelle attuali bevande energizzanti, grazie al suo elevato contenuto di caffeina.

Nella sua forma originale, può comunque dare se assunto, una sferzata di energia, infatti risulta essere un potente stimolante, senza l’intenso apporto energetico del caffè.

Il Guaranà ha di per sé un sapore amaro e acido, ma è salutare assumerlo disciolto in acqua.

Bisogna anche tener conto che favorisce la perdita di peso aumentando il metabolismo dei grassi.

Si dice anche che sia benefico per la salute mentale, per migliorare le prestazioni della memoria e perfino l’umore, inoltre è in grado di ridurre l’affaticamento, conferendo al corpo più energia perché il sistema immunitario possa combattere i batteri.

Tisana mela e cannella.

E’ possibile consumare questa tisana sia calda, perfetta per i periodi più freddi dell’anno, sia fredda, per una pausa rinfrescante.

Ingredienti:

  • 3 cucchiai di tè (è possibile scegliere il tipo di tè che si preferisce: nero, verde…)
  • 2 mele rosse (piccole).
  • 2 stecche di cannella.

Preparazione:

Lavare bene e sbucciare le mele.

Mettere in un pentolino due tazze d’acqua (circa 500 ml) e portarla quasi a ebollizione, aggiungere le bucce delle mele, le stecche di cannella e il tè poi lasciare il tutto in infusione per almeno 10 minuti.

Passato il tempo necessario, filtrare con l’aiuto di un colino e versare la bevanda nelle tazze.

La tisana è pronta per essere gustata.

E’ possibile dolcificarla con un cucchiaino di zucchero o se si gradisce con del miele d’acacia.

Il sapore intenso della cannella insieme a quello dolce e fruttato della mela creano un connubio davvero gustoso e piacevole.

La cannella oltre ad avere un profumo avvolgente è un ottimo antiossidante ed è ricca di proprietà benefiche.

Frittata con carciofi.

Ingredienti x 4 persone:

  • 8 uova.
  • 2 carciofi.
  • 1 spicchio d’aglio.
  • 2 cucchiai d’olio d’oliva.
  • 1 cucchiaio di grana padano.
  • 1 cucchiaio di prezzemolo.
  • Succo di limone q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Preparazione:

Pulire due carciofi, tagliarli a spicchi sottilissimi, togliendo man mano il fieno centrale e lavarli in acqua acidulata con succo di limone.

Sgusciare otto uova in una ciotola, aggiungere il grana, una presa di sale e una macinata di pepe.

In una padella antiaderente far imbiondire uno spicchio d’aglio schiacciato in un cucchiaio di olio, unire i carciofi, salarli, cuocerli a fiamma viva per 7-8 minuti e insaporirli con un cucchiaio di prezzemolo tritato.

Togliere dalla padella l’aglio, mescolare i carciofi alle uova sbattute e fare rapprendere la frittata ai carciofi da un lato, girarla facendola scivolare su un piatto o su un coperchio piatto, mette di nuovo nella padella e cuocetela dall’altro lato.

Servire calda.

 

Gelsomino

Il gelsomino, (trachelospermum jasminoides), appartiene alla famiglia delle apocynaceae, è originario del medio ed estremo Oriente e dell’America meridionale.

Si tratta di un arbusto rampicante che può raggiungere un’altezza massima di 4-6 metri, gli esili rami si sviluppano su un tronco sottile, hanno la tendenza ad arrampicarsi sulle superfici vicine ma qualora non trovino appiglio si lasciano cadere al suolo.

Il gelsomino comprende circa 200 specie arbustive e rampicanti, le più note e coltivate come piante ornamentali sono il Gelsomino comune, il Gelsomino di Spagna, il Gelsomino trifogliato e il Gelsomino marzolino.

I fiori sono comunemente piccoli e di colore bianco, però esistono anche specie i cui fiori hanno sfumature di rosa sulla parte inferiore dei petali.

Il gelsomino fu una pianta molto apprezzata dagli antichi lo dimostra, infatti, anche la scoperta di suoi piccolissimi frammenti rinvenuti sulla mummia di un faraone, nella necropoli di Deir-el-Bahri in Egitto.

Nei paesi arabi è diffusa ancora oggi la credenza che il paradiso sia profumato di gelsomino.

 

11 Curiosità sulle banane.

  1. Le banane sono composte dal 75% di acqua.
  2. La restante composizione si suddivide in carboidrati (23%), fibre (2,6%), proteine (1%) e grassi (0,3%).
  3. Le banane vengono raccolte quando sono ancora di colore verde e di consistenza dura; prima della commercializzazione vengono messe in apposite camere con etilene per favorirne la maturazione.
  4. Il subcontinente indiano è il più grande coltivatore di banani al mondo, con circa 30 milioni di tonnellate di frutti all’anno.
  5. Le banane contengono una sostanza chimica naturale responsabile di farci sentire felici (la stessa sostanza chimica che si trova anche nel Prozac).
  6. Gli alberi di banana sono in realtà le piante erbacea più alte del mondo, infatti la loro altezza può raggiungere i 6 metri.
  7. Una banana su quattro cresce in India. Uganda e Cina seguono a grande distanza. Ecuador, Costa Rica e Colombia sono i maggiori esportatori, ma non sono i più grandi coltivatori.
  8. Le banane gialle sono in realtà un ceppo nato da una mutazione genetica che è stata scoperta nel 1836. Le banane originali non erano tutte dolci e invece di essere gialle erano rosse e verdi.
  9. Grazie al suo contenuto di potassio, la banana agevola il corretto funzionamento del sistema cardiovascolare.
  10. Le banane sono naturalmente radioattive, in modo leggero ma più della maggior parte degli altri frutti, a causa del loro contenuto di potassio e delle piccole quantità di un isotopo del potassio (potassio-40).
  11. Le banane, inoltre, sono un’ottima fonte naturale di vitamine. Al loro interno, infatti, sono presenti la pro-vitamina A, le vitamine del gruppo B (B1, B2 e PP) e la vitamina C. Sono inoltre presenti, anche se in minor quantità, la vitamina E e la vitamina B6.

Recensione Maschera Effetto Matt Purificante e Idratante – Garnier.

Questa maschera innovativa in tessuto nero a base di carbone vegetale, noto per le sue proprietà assorbenti è arricchita con una formula a base di estratto di tè nero, LHA e acido ialuronico allo scopo di purificare, opacizzare e riequilibrare la pelle del viso, lasciandola idratata.

E’ adatta ad ogni tipo di pelle, anche alle più sensibili, non causando arrossamenti.

Devo dire che il supporto contenente il principio attivo di questa maschera è molto comodo e si adatta perfettamente a qualsiasi forma e dimensione del viso, permettendo un’ottima aderenza.

Fin dal primo utilizzo la pelle appare molto più liscia e inoltre trovo che questa maschera nutra in profondità le zone più secche della pelle, donando luminosità.

 

  • Voto packaging: 7-
  • Voto prodotto: 7+
  • Prezzo: 1.99 €
  • Consigliata: si

Pasta alla genovese.

Ingredienti x 4 persone:

  • 800 g di carne di manzo.
  • 2 Kg di cipolle rosse di Tropea.
  • 1 bicchiere di vino bianco.
  • 2 bicchieri di latte.
  • 1 tazza di acqua tiepida.
  • 1 sedano.
  • 1 carota.
  • Parmigiano q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Procedimento:

Tagliare finemente le cipolle.

In una pentola grande, creare un fondo di olio extravergine d’oliva con il sedano e la carota tritati.

Far soffriggere per qualche minuto.

Aggiungere la carne tagliata a pezzi piuttosto grandi, per evitare che si disfino.

Far rosolare anche la carne, poi sfumare con il bicchiere di vino bianco.

Dopodiché, aggiungere le cipolle precedentemente tagliate, aggiungere anche la tazza di acqua calda e lasciare andare il tutto per un paio d’ore, coprendo la pentola con un coperchio.

Mescolare di tanto in tanto.

Trascorse le due ore, aggiungere anche i due bicchieri di latte, lasciare che sfumino senza far asciugare troppo il liquido e mescolare.

Continuare a far cuocere per qualche minuto e infine separare i pezzi di carne dal sugo, che resta per condire la pasta.

La meneghina Biblioteca Archeologica e Numismatica.

Fondata nel 1808 e specializzata in archeologia e numismatica, conta attualmente circa 33.000 volumi moderni, 1125 antichi, 700 testate di periodici, audiovisivi, archivi storici e archivi personali di celebri archeologi e numismatici.

Offre al pubblico la consultazione dei cataloghi, delle banche dati digitalizzate, i servizi di fotoriproduzione e la distribuzione delle proprie pubblicazioni.

La biblioteca è da anni promotrice di un’importante attività editoriale in ambito archeologico, numismatico e archivistico.