Come coltivare i cetrioli.

I cetrioli sono tra le verdure più facili da coltivare e di maggiore soddisfazione, nell’arco di circa tre mesi si passa dal seme al cetriolo maturo, pronto per essere mangiato.
Le piantine di cetriolo si ottengono per semina, da porre in semenzaio protetto, a fine inverno, in modo da avere le giovani piante già pronte per essere poste a dimora più o meno in aprile.
Bisogna scegliere un terreno ben soleggiato, arricchito di stallatico e di farina di ossa e molto ben drenato per evitare marciumi basali o del colletto.
Consigli utili:
  • Se il terreno risultasse troppo compatto o pesante si può aggiungere della sabbia, che alleggerirà il substrato, permettendo un maggiore scolo dell’acqua.
  • A fianco di ogni piantina posizionare anche un tutore, per permettere alla stessa di arrampicarsi.

Maschera rilassante e distensiva al cetriolo e limone.

Ingredienti:

  • 1 cetriolo.
  • 1 cucchiaio di succo di limone.
  • 1 cucchiaio di yogurt bianco.

Preparazione:

La maschera al cetriolo e limone si prepara frullando 1 cetriolo di piccole dimensioni, un cucchiaio di succo di limone preferibilmente bio e un cucchiaio di yogurt bianco.

Questa maschera è ottima se realizzata di sera e applicata prima di andare a dormire: infatti ha un effetto rilassante e distensivo sulla pelle e rimuove tutte le impurità, oltre al sebo in eccesso.

Una volta lasciata agire (bastano anche 10 minuti) e risciacquata con abbondante acqua tiepida, si può completare il trattamento con la classica crema idratante che si usa solitamente, in modo da idratare ulteriormente la pelle del viso.

Espresso e cappuccino: etimologia e storia.

Se l’etimologia della parola caffè è forse più nota, non tutti sanno qual è la ragione per cui l’espresso si chiama così.

All’estero vige la convinzione che il nome derivi dal fatto che per preparare il caffè sia necessario mettere in infusione la polvere sotto pressione.

Non si tratta di un vero e proprio errore, ma il punto è che questo procedimento non era stato pensato per ottenere una bevanda particolarmente densa, ma per accelerare i tempi della preparazione, da cui “espresso” inteso come veloce.

Anche l’origine del nome “cappuccino” affonda le sue radici nella storia.

Torniamo indietro all’apertura, a Vienna, del primo Caffè proprio nell’anno in cui il monaco cappuccino Marco d’Aviano arrivò alla corte dell’imperatore Leopoldo I con il tipico cappo marrone chiaro dei monaci cappuccini.

Proprio dello stesso colore del caffè mescolato al latte; notando questa somiglianza i tedeschi coniarono il nome per la bevanda di origine italiana.

Gazpacho andaluso.

Ingredienti x 4 persone:

  • 350 g di pomodori.
  • 1 peperone rosso.
  • 2 spicchi d’aglio.
  • 2 cucchiai di aceto di vino rosso.
  • ¼ di cetriolo.
  • 1 cipolla bianca.
  • 3 cucchiai di pangrattato.
  • 3 cucchiai di olio d’oliva.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

 

Preparazione:

Come prima cosa, lavare accuratamente i pomodori sotto acqua corrente, tagliarli poi in 8 spicchi.

Sbucciare il cetriolo, tagliarlo a metà per la lunghezza e rimuovere i semini interni; tagliarlo poi a cubetti e metterlo nel frullatore, insieme ai pomodori e a circa 150 millilitri di acqua fredda.

Prendere il peperone, tagliarlo, eliminare il torsolo e i semini e ridurlo a piccoli pezzi.

Sbucciare la cipolla, tritarla finemente e aggiungerla al pomodoro e al cetriolo nel mixer, insieme al peperone e allo spicchio d’aglio.

Frullare tutto, aggiungere poi il pangrattato, insaporire con sale e pepe e mescolare per amalgamare il tutto.

Aggiungete ora l’aceto e l’olio e riporre il gazpacho, coperto, in frigorifero per almeno due ore.

Per servirlo, versare il gazpacho in ciotole piuttosto ampie e completare il piatto con un filo d’olio fresco e a piacere, delle foglie di basilico e crostini di pane croccanti.

 

Maschera astringente e nutriente al cetriolo e miele.

Ingredienti:

  • 1 cetriolo.
  • 3 cucchiai di miele.

Preparazione:

La maschera al cetriolo e miele unisce i benefici effetti rinfrescanti e astringenti del cetriolo a quelli nutrienti del miele, che viene utilizzato anche in caso di scottature, pelle screpolata o poco elastica.

Per preparare questa maschera, gli ingredienti vanno frullati insieme, fino ad ottenere un composto denso e omogeneo e vanno spalmati sulla pelle del viso pulita, mantenendoli in posa per 15 minuti.

Infine si risciacqua il tutto con acqua tiepida e si copre il viso con un lieve strato di crema idratante.

Acqua aromatizzata al limone, zenzero, cetriolo e menta.

L’acqua aromatizzata al limone, zenzero, cetriolo e menta è dissetante e digestiva, una bevanda naturale rinfrescante che sorprende con la delicata essenza di un Moscow Mule senza le sue calorie.

Può essere gustata come rigenerante bevanda pomeridiana ma anche esser servita come dopo pasto.

Il cetriolo ha azione lenitiva e gli oli essenziali di zenzero, limone e menta stimolano le funzioni intestinali.

Ingredienti:

  • 1 l di acqua oligominerale.
  • 1 cetriolo.
  • 1 limone Verdello.
  • 40 g di zenzero fresco.
  • 10 g di foglie di menta.

Preparazione:

Lavare con cura gli ingredienti, insistendo sulla buccia di cetriolo e limone.

Affettare il cetriolo, lo zenzero pelato e il limone.

Stropicciare con le dita le foglie di menta, per favorire l’estrazione degli oli essenziali e unirle agli altri ingredienti, all’interno di una caraffa.

Versare l’acqua, coprire il contenitore e conservare in frigorifero per almeno tre ore.

Servire l’acqua aromatizzata con cannucce o dopo averla filtrata.

Guida alla preparazione del caffè: la caffettiera napoletana.

Prima dell’invenzione della moderna moka, nel nostro Paese il caffè si preparava generalmente con caffettiere di tipo napoletano.

Questi apparecchi, ancora oggi diffusi in alcune zone dell’Italia meridionale, sono costituiti da due recipienti posti l’uno sull’altro e separati da un filtro riempito di caffè.

Quando l’acqua nel cilindro inferiore arriva all’ebollizione, la caffettiera viene tolta dal fuoco e girata.

Così l’acqua, per gravità, passa attraverso il caffè macinato e ne estrae aromi ed essenze.

Nella moka il processo di estrazione è analogo, ma più veloce.

Infatti è il vapore surriscaldato a spingere velocemente l’acqua bollente attraverso il filtro.

Così, in pochissimo tempo, il caffè viene estratto e riversato nella parte superiore.
Qual è il sistema migliore? Quello “napoletano”, perché il filtraggio è più lento e l’aroma del caffè è meno alterato dal contatto con l’acqua surriscaldata.

10 Curiosità sul cetriolo.

  1. Esistono diverse teorie sulle sue origini. Per alcuni, la pianta è originaria dell’Himalaya, per altri proviene dall’Africa.
  2. In Europa la coltivazione è relativamente recente: la pianta fu portata in Inghilterra dalle colonie all’inizio del 1800 e poi diffusa in tutto il continente.
  3. Il cetriolo è un ortaggio appartenente alla famiglia delle Cucurbitaceae, originario dell’India.
  4. Il suo nome scientifico è “Cucumis sativus” e viene coltivato sin dall’antichità a scopo alimentare.
  5. Esistono dozzine di diverse varietà di cetrioli coltivati ​​in tutto il mondo, ma oggi sono disponibili per lo più tre principali “cultivar”: il cetriolino, i cetrioli senza semi e la varietà da utilizzare per preparare i sottaceto (cetriolo kirby).
  6. Composto per il 96% da acqua è pressoché privo di calorie e quindi adatto nelle diete dimagranti.
  7. È un ortaggio tipicamente estivo da consumarsi crudo in insalata.
  8. I cetrioli inoltre si prestano a molti trattamenti di bellezza proprio per il loro potere rinfrescante e lenitivo, soprattutto per le scottature solari.
  9. È inoltre l’ingrediente principe della salsa greca a base di yogurt e aglio chiamata Tzatziki.
  10. Il cetriolo aiuta a ridurre il gonfiore, le borse e le occhiaie. Inoltre, consente di mantenere la pelle intorno agli occhi ben idratata: bastano due fettine di cetriolo per alleviare la stanchezza ed il rossore degli occhi. Per questo è buon consiglio includere il cetriolo come valido ingrediente naturale della beauty routine quotidiana.

Strudel di pere e cioccolato.

Ingredienti x 4 persone:

  • 2 pere.
  • 4 cucchiai di gocce di cioccolato.
  • 1 rotolo di sfoglia.
  • 1 uovo.
  • Latte q.b.
  • Cannella q.b.
  • Zucchero q.b.

Preparazione:

Sbucciare e tagliare a tocchetti due pere.

Mescolare le pere in una ciotola con quattro cucchiai di zucchero e quattro di gocce di cioccolato.

Srotolare la sfoglia, farcirla con le pere, chiuderla e sigillarla bene.

Sbattere un tuorlo d’uovo con un cucchiaio di latte e spennellare lo strudel.

Spolverizzare con abbondante zucchero e cannella e poi cuocere in forno a 180 °C per circa 30 minuti, fino a che lo strudel non sarà gonfio e scuro.

Servire tiepido con altra cannella.

Maschera rassodante e opacizzante al cetriolo.

Ingredienti:

  • 1 cetriolo.

Preparazione:

La maschera al cetriolo tradizionale, che si prepara con la sola polpa e semi del cetriolo, si realizza frullando l’ortaggio per ottenere una polpa abbastanza morbida, da spalmare sul viso asciutto e pulito e lasciandola agire per un massimo di quindici minuti.

Infine si risciacqua il viso con acqua fredda, che aiuta a chiudere i pori.

In questo modo la pelle è subito più soda e fresca, priva di punti lucidi e senza quell’eccesso di sebo che è tipico delle pelli miste o a tendenza acneica.