Il magnesio.

Per alcuni il termine “magnesio” deriverebbe da “Magnesia”, nome di un’antica città turca, nei cui pressi esistevano importanti giacimenti di sali di magnesio, usati come purganti.

Secondo altri, deriverebbe invece da “magnes”, “calamita”, per la sua capacità di attrarre gli umori del corpo e di eliminarli.

Esso costituisce il 2% della crosta terrestre, l’1,14% dell’acqua di mare e lo 0,05% del peso del corpo umano.

Il 65% di tutto il nostro magnesio è concentrato nelle ossa e nei denti, mentre il restante 35% si trova nei muscoli, nel tessuto connettivo e nei liquidi biologici.

Il magnesio, occupa in ordine di quantità, il quarto posto nel corpo umano e il secondo dopo il potassio, per quanto riguarda l’ambiente intra-cellulare.

L’organismo adulto ne contiene 25-30 g, di cui il 70% è fissato nelle ossa sotto forma di bicarbonati e fosfati; il 29% nei tessuti molli, di cui l’8% nei muscoli, legato a proteine; l’1% è contenuto nel plasma, legato alle proteine o ionizzato.

Soltanto la parte ionizzata è biologicamente attiva.

Il 3% è presente nei globuli rossi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...