Liu Bolin a Milano.

Il MUDEC di Milano ospita la seconda mostra fotografica dalla sua apertura a oggi e affida a Liu Bolin il compito di raccontare la sua arte in prima persona, con una performance appositamente creata per questo spazio espositivo, dal titolo “Visible Invisible”.

L’artista cinese di fama internazionale Liu Bolin nato a Shandong nel 1973 è conosciuto al grande pubblico per le sue performance mimetiche, in cui, grazie a un accurato body painting, il suo corpo risulta pienamente integrato con lo sfondo, creando un gioco di illusione davvero spettacolare, per chi si trova ad osservare i suoi scatti.

Devo dire che questa mostra fotografica è davvero ben organizzata e permette con molta tranquillità di percorrere il filone espositivo degli scatti in modo decisamente semplice e apprezzabile da tutti, inoltre i messaggi dietro gli scatti vengono spiegati dall’artista stesso in video espositivi lungo la visita.

Stranger Things a Milano.

Grazie alla collaborazione con Netflix, Asmodee Italia, Sage Advice, Need Games, Nital e Hasbro, Mondadori store è riuscito ad organizzare presso il Megastore Duomo di Milano fino al 5 agosto, una serie di attività molto apprezzate dai fan di Stranger Things: dal bellissimo set con divano, parete e lucine della prima stagione della serie, dove sarà possibile scattare foto e video, a tantissime chicche e “cimeli” della serie come i Funko Pop dei personaggi, libri, giochi di ruolo e molto altro.

Leonardo da Vinci 3D a Milano.

Presso la Fabbrica del Vapore a Milano dal 30 maggio al 22 settembre 2019 è possibile assistere a “Leonardo da Vinci 3D”, una mostra ideata sia per i più piccoli che per gli adulti, che desiderano “toccare con mano” alcune delle invenzioni e dei prototipi di Leonardo da Vinci.

Visitando le varie sale, in tutto 10, si intraprenderà un viaggio lungo oltre 500 anni, dal passato al futuro, che sarà parte integrante di questa mostra, infatti sarà presente una creazione olografica di Leonardo a grandezza naturale, che narrerà le intuizioni e gli episodi della sua vita, che gli hanno permesso di diventare il genio che noi tutti conosciamo.

Devo dire che nel complesso, questa mostra è davvero ben fatta e ben organizzata, consiglio a chi desidera visitarla, di recarsi alla Fabbrica del Vapore all’orario di apertura (10:30) per evitare sia la coda alla biglietteria, che la confusione all’interno delle sale, che potrebbe compromettere la buona riuscita della visita.

Consiglio assolutamente questa mostra a chi si trova a Milano in questo periodo e ama le esperienze non troppo convenzionali.

 

Uno dei modellini di Leonardo:

 

img_5457

La Fiera degli “oh bej oh bej”.

La Fiera degli “oh bej oh bej” ha inizio a Milano domani, venerdì 7 dicembre e termina lunedì 10 dicembre.

Questa manifestazione ha origini che risalgono al 1288 ed ogni anno in passato occupava le strade intorno alla Basilica di Sant’Ambrogio, Patrono di Milano.

Negli ultimi anni la manifestazione ha trovato una nuova collocazione, presso il Castello Sforzesco e le strade limitrofe.

Questa fiera è famosa per la presenza di numerose bancarelle ricche di colori e profumi, che creano un’atmosfera davvero suggestiva, visto anche il breve periodo che la separa dal giorno di Natale, si respira anche la classica aria natalizia.

Vi si può trovare ogni sorta di oggetti, una grande quantità di giocattoli, dolci tipici, oggetti d’antiquariato e anche dello squisito street food, che può essere consumato mentre si passeggia per le bancarelle.

L’Artigiano in Fiera.

L’Artigiano in Fiera è una manifestazione che si svolge a Rho Fieramilano da sabato 1 dicembre a domenica 9 dicembre 2018, dalle 10.00 alle 22.00 tutti i giorni.

L’Artigiano in Fiera è un’imperdibile occasione per milanesi e non, di acquistare, vedere e toccare prodotti artigianali provenienti da tutto il mondo, oggetti autentici, originali e di primissima qualità, per la maggior parte introvabili altrove.

Inoltre concentrando “tutto il mondo” in un solo evento è possibile esplorare e conoscere diverse culture e usi, anche grazie ai numerosi spettacoli disponibili in praticamente tutti gli stand, che sono divisi e ben organizzati in modo da facilitarne l’accesso anche a chi volesse visitare l’intera fiera, senza perdersi nulla.

Harry Potter: The Exhibition a Milano.

Questa mostra che si aprirà domani a Milano è già stata esposta a Chicago, Boston, New York, Seattle, Sydney, Singapore, Tokyo, Parigi, Shangai, Bruxelles e Madrid e sarà visitabile alla Fabbrica del Vapore di Milano dal 12 maggio al 9 settembre 2018.

Ad affascinare e stupire il pubblico meneghino, sarà una raccolta di migliaia di oggetti provenienti dai set dei film dell’intera saga di Harry Potter: costumi dei personaggi, come la divisa scolastica di Harry, oggetti come la bacchetta di Voldemort, ambientazioni celebri, come la sala comune di Hogwarts, creature fantastiche, quali l’elfo domestico Dobby e articoli per veri intenditori e appassionati della saga, come il Boccino d’Oro usato nelle partite di Quidditch o il diario di Tom Riddle.

Il percorso espositivo, che includerà anche materiali video, avrà una durata di circa un’ora e porterà il visitatore ad immergersi completamente nel mondo magico di Harry Potter.

Esperienza assolutamente da provare sia per chi ama il mondo fantasy, che per chi è un appassionato di Harry Potter e di magia.

 

 

 

Harry Potter invade Milano!

In occasione dell’inizio della magica mostra “Harry Potter: The Exhibition” il prossimo 12 maggio, alcune delle piazze di Milano, precisamente Piazza Argentina, Piazza Moscova, Piazza Missori e Piazza Cadorna, sono state abbellite con l’aggiunta di un personaggio della saga di Harry Potter, per appunto pubblicizzare l’evento.

La Ford Anglia Volante del Signor Weasley in Piazza Cadorna:

HDAO8128

EIMS4085

CZJP5560

ALNM6939

 

Il Cappello Parlante in Piazza Missori:

IMG_3559

IMG_3562

 

Dobby in Piazza Argentina:

IMG_3556

BOUQ4232

 

La Nimbus 2000 in Piazza Moscova:

NGMI8815

IMG_3553

ABXF7100

INTERNI House in Motion 2018.

In occasione del FuoriSalone 2018, la rivista “Interni” presenta a Milano dal 16 al 28 aprile la mostra/evento “House In Motion”, che riunisce una serie di installazioni sperimentali e interattive per lo spettatore, riguardanti architettura e design.

Giunta quest’anno al ventesimo anniversario (1998-2018), questa mostra ha luogo in tre diverse sedi urbane:

  • L’Università degli Studi di Milano (già Ca’ Granda, XV secolo).
  • L’Orto Botanico di Brera (XVIII secolo).
  • Audi City Lab in Corso Venezia 11 (ex Seminario Arcivescovile, XVI sec.).

Con i seguenti orari di apertura:

  • Università degli Studi di Milano:

Dal 16 al 22 aprile -> dalle ore 10 alle ore 24.

Dal 23 al 27 aprile -> dalle ore 10 alle 22.

Il 28 aprile -> dalle ore 10 alle ore 18.

  • Orto Botanico di Brera:

Dal 16 al 22 aprile -> dalle ore 10 alle ore 23.

Dal 23 al 27 aprile -> dalle 10 alle 22.

Il 28 aprile -> dalle ore 10 alle ore 18.

  • Audi City Lab in Corso Venezia:

Dall’ 11 al 16 aprile -> dalle ore 10 alle ore 24.

Il 17 aprile -> dalle ore 10 alle ore 16.

Dal 18 al 22 aprile -> dalle ore 10 alle ore 24.

Questa mostra/evento viene raccontata sul sito ufficiale come una ricerca che pone attenzione su due temi tanto diversi, quanto correlati tra loro, l’abitare e la mobilità.

Infatti l’idea di casa è intesa in molteplici modi, oltre alla classica abitazione, viene vista nomade e transitoria grazie alla mobilità sempre più incrementata, dovuta alla conseguente necessità di abitazioni temporanee, che accompagnino le nuove opportunità di viaggiare, lavorare, scambiare merci e idee in e con ogni parte del mondo.

Fuorisalone 2018.

Il Fuorisalone 2018 si stà tenendo a Milano dal 17 di aprile e andrà avanti fino al 22 aprile e in sostanza rappresenta l’insieme degli eventi distribuiti in diverse zone di Milano che avvengono in corrispondenza del Salone Internazionale del Mobile.

Sul sito ufficiale del Fuorisalone infatti è possibile accedere ad un calendario comprendente tutti gli eventi disponibili per ogni giorno della durata di questa iniziativa.

Il Fuorisalone non va inteso come una fiera, poichè non ha un’organizzazione centrale, bensì è nato spontaneamente nei primi anni ’80 dalla volontà di aziende attive nel settore dell’arredamento e del design industriale, portandolo nella più famosa città della moda e del design d’Italia, Milano, per ottenere un rapporto ancora più stretto con il pubblico.

Trovo questa iniziativa molto interessante poichè permette sia ai turisti che ai residenti a Milano, di ammirare e “toccare con mano” non solo oggetti di design, ma anche di poter partecipare a diversi progetti, in modo da vedere le nuove idee proposte a 360 gradi.