6 Curiosità sul 15 Agosto.

  1. Il 15 agosto è una festa nazionale, stabilita dalla legge ed ereditata dai Concordati tra lo Stato italiano e il Vaticano.
  2. Ferragosto nasce come festa pagana è la forma contratta di “Feriae Augusti”, che significa il riposo di Augusto.
  3. Nel 18 a.C l’imperatore romano Ottaviano, proclamato Augusto dal Senato dichiarò che tutto il mese di agosto sarebbe stato dedicato al riposo e alle celebrazioni. Le più importanti erano quelle dedicate a Diana (il 13 agosto, festività molto rilevante), a Portuno (il dio dei porti, onorato il 17 agosto), a Venere (in occasione della vendemmia) e a Conso (il dio del grano, celebrato dopo il raccolto).
  4. Il 15 di agosto le Chiese Ortodosse celebrano la “Dormizione della Vergine” secondo il loro credo infatti la Madonna sarebbe in una sorta di sonno profondo.
  5. I protestanti non celebrano nulla perché l’Assunzione non compare nei vangeli.
  6. Il primo novembre del 1950 Pio XII proclamò un dogma di fede sull’Assunzione della Vergine Maria al Cielo. Secondo il credo cattolico questo passaggio dalla vita terrena al Paradiso è avvenuto il 15 di agosto.
Annunci

Zucchine tonnate.

Ingredienti x 4 persone:

  • 600 g di zucchine.
  • 190 g di tonno in scatola sott’olio sgocciolato.
  • 70 g di maionese.
  • 2 filetti di acciuga sott’olio.
  • Capperi sotto sale q.b.
  • Cetrioli sottaceto q.b.
  • Frutti di cappero sottaceto (cucunci) q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.

Preparazione:

Per prima cosa mondare le zucchine e tagliarle a fette sottili (2-3 mm).

Grigliarle su una griglia rovente leggermente unta di olio per 1-2 minuti per lato.

Frullare il tonno con un cucchiaio di capperi sciacquati dal sale e le acciughe.

Mescolarlo poi alla maionese, per ottenere la salsa tonnata.

Servire le zucchine con la salsa, guarnendo il piatto da portata con cetrioli sottaceto tagliati a pezzetti e frutti di cappero.

10 Curiosità sul pompelmo.

  1. Il pompelmo è un albero da frutto appartenente al genere Citrus e alla famiglia delle citris.
  2. Il pompelmo è originario della Cina, ma viene ormai coltivato nelle zone con clima temperato di tutto il mondo.
  3. Ricco di fibre, di flavonoidi e di vitamine A, B e C, il pompelmo è un valido alleato del fegato e dell’apparato cardiovascolare. Contiene inoltre una buona quota di sali minerali, tra cui fosforo, calcio, potassio e magnesio.
  4. Dalla sua buccia si ricavano oli essenziali utilizzati principalmente per il loro potere antidepressivo e per la capacità di aumentare le difese immunitarie.
  5. Esistono diverse varietà di pompelmo; le più diffuse sono: Citrus maxima, Citrus decumana e Citrus grandis.
  6. Questo frutto è un potente drenante: aiuta il corpo a ridurre l’assorbimento di sale, zuccheri e grassi.
  7. I fiori del pompelmo sono bianchi, composti da quattro petali, mentre il frutto, giallo, ha un diametro che normalmente misura dai 10 ai 15 cm e spicchi leggermente gialli, quasi incolore.
  8. Stimola l’apparato digerente ed è utile in caso di difficoltà digestive: infatti il pompelmo è ricco di acido citrico che stimola la produzione degli enzimi digestivi, senza rendere lo stomaco acido.
  9. Uno studio giapponese risalente al 1995 e pubblicato sul Journal of Psychopharmacology sostiene che respirare il profumo degli agrumi ha effetti benefici sugli stati depressivi, di ansia e di stress. Il profumo del pompelmo sembra possa ridurre la sensazione di fame.
  10. Mangiare regolarmente pompelmo riduce il sanguinamento gengivale nei soggetti che soffrono di malattie gengivali (teoria sostenuta da uno studio pubblicato sul British Dental Journal nel 2005).

Maschera fortificante per capelli allo yogurt e semi di chia.

Questa maschera grazie allo yogurt (sostanza ricca di acidi grassi, essenziale per idratare il capello) e ai semi di chia (ottimo rimedio naturale per fortificare il capello), ha lo scopo non solo di rendere i capelli meno fragili e inclini alla caduta, ma renderà anche i capelli più lucenti.

Ingredienti:

  • 1 vasetto di yogurt al naturale.
  • 50 ml di acqua.
  • 1 cucchiaio di olio di sesamo.
  • 1 cucchiaio di semi di chia.
  • 10 gocce di olio essenziale di lavanda.

Procedimento:

In un pentolino di acqua mettere i semi di chia e portare ad ebollizione.
Bollire i semi per qualche minuto e lasciarli raffreddare.
I semi rilasceranno delle mucillagini che costituiscono la parte curativa per i capelli.
Incorporare l’acqua e i semi di chia con lo yogurt e cominciare a mischiare bene il tutto.
Infine, aggiungere l’olio di sesamo e l’essenza di lavanda e dare un’ultima mescolata al prodotto.

Applicare sulla cute e i capelli l’impacco e lasciare agire per 40 minuti.
Risciacquare abbondantemente con uno shampoo neutro.
Per un risultato ottimale, effettuare questo trattamento per capelli secchi due volte al mese.

 

Panini alle melanzane e scamorza.

Ingredienti x 4 persone:

  • 30 g di olive nere snocciolate.
  • 15 g basilico.
  • 4 pezzi di scamorza affumicata.
  • 4 panini.
  • 1/2 limone.
  • Melanzane sott’olio q.b.
  • Insalatina q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.

Preparazione:

Frullare le foglie di basilico con il succo di mezzo limone, 2 cucchiai di olio e le olive snocciolate.

Grigliare le fette di scamorza per 1 minuto (per lato).

Dividere a metà i panini e scaldarli leggermente.

Spalmare la salsa al basilico all’interno dei panini, unire le melanzane, la scamorza e completare con le foglie di insalatina.

Servire subito.

Spaghetti all’arrabbiata con carciofi.

Ingredienti x 4 persone:

  • 400 g di spaghetti.
  • 4 carciofi.
  • 400 g di polpa di pomodoro.
  • Uno spicchio d’aglio.
  • 2 peperoncini.
  • Prezzemolo q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale q.b.

Preparazione:

Pulire i carciofi, eliminando le foglie più dure, spuntarli e ridurli a spicchi.

In un tegame con l’olio, soffriggere l’aglio e il peperoncino tritati, disporre i carciofi, rosolare per qualche minuto, aggiungere la polpa di pomodoro, coprire, continuare la cottura a fuoco basso per circa 20 minuti e salare.

Cuocere gli spaghetti in acqua salata, scolarli, condirli con il sugo preparato e servirli nel piatto da portata con il prezzemolo tritato.

Maschera contro le doppie punte all’avocado e olio d’oliva.

Sia l’avocado che l’olio di oliva sono due alimenti fondamentali per qualsiasi dieta, grazie alla loro ricchezza nutritiva.

In effetti, entrambi gli ingredienti sono ottimi alleati della bellezza dei capelli, soprattutto quando risultano secchi o si spezzano.

Ingredienti:

  • 1 avocado maturo.
  • 2 cucchiai di albume d’uovo.
  • 3 cucchiai di olio d’oliva.

Preparazione:

Estrarre la polpa dell’avocado maturo e schiacciarla con una forchetta, fino ad ottenere un purea.

Successivamente, aggiungere l’albume d’uovo e l’olio d’oliva, per ottenere una crema omogenea.

Applicare il prodotto sui capelli umidi, con un delicato massaggio, assicurandosi di coprire per bene le punte.

 

Indossare una cuffia da doccia e lasciare agire la maschera per 30-40 minuti.

Infine, lavare con lo shampoo abituale.

Per un risultato ottimale, ripetete il trattamento 3 volte alla settimana.

 

9 Curiosità sulla Papaya.

  1. La papaya è il frutto di una pianta, Carica papaya L., appartenente alla famiglia delle Caricacee, originaria dell’America Centrale e Meridionale che conta circa 25 specie e circa 50 varietà coltivate.
  2. La papaya contiene un principio attivo molto importante, chiamato papaina, grazie al quale questo frutto stimola e aiuta la digestione.
  3. La papaina, però, non è solo dotata di proprietà digestive, ma anche antimicrobiche e antiossidanti.
  4. La papaya ha ottime proprietà nutritive perché ricchissima di vitamina A, vitamina C (più del kiwi e delle carote!) e vitamina P, ha molte fibre, pochissimi grassi (0,3%) e un basso apporto calorico.
  5. La Papaya è originaria del Centro America, tuttavia oggi viene coltivata anche in Asia e in Africa.
  6. Le varietà più conosciute di papaya sul mercato italiano sono: l’Hortus Gold, Cera, Kagdum e Semangka.
  7. Nella papaya sono presenti potenti antiossidanti come i carotenoidi e i flavonoidi che proteggono le nostre cellule dai radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare e da alcune gravi patologie.
  8. 100 grammi di papaia contengono 43 kcal.
  9. Molto simile al melone, la papaya è un frutto molto dissetante grazie al suo elevato contenuto di acqua (circa 88%).

Edera.

L’edera è una pianta sempreverde, lianosa, dotata di fusti volubili in grado di aderire a qualsiasi supporto che ne permetta uno sviluppo verticale.

Non è tuttavia una specie parassita e quindi non rappresenta una minaccia per gli alberi su cui cresce.

Plinio la descrive come una pianta impiegata per intrecciare le corone del dio Bacco: il motivo più credibile di tale utilizzo è legato alla credenza secondo cui una corona ben stretta alla testa è il miglior rimedio per il mal di testa causato da eccessi alcolici.

Un tempo le foglie d’edera erano usate esternamente per la cura delle ulcere, mentre oggi servono nel trattamento delle secrezioni bronchiali.

È curioso il fatto che le razze bovine, dopo il parto, ricerchino spontaneamente la pianta per prevenire o sedare le emorragie e rinforzare l’utero, ma è necessario rilevare che tutte le sue parti in particolare i frutti, contengono composti attivi potenzialmente tossici.