Curiosità sull’arancia.

  • Nell’arancia sono contenuti: olio essenziale, fibre, acidi organici, fitosteroidi, flavonoidi, resina, carotenoidi, zuccheri, pectina, enzimi, vitamine B e C e minerali come: potassio, fosforo, selenio, magnesio, calcio e ferro.
  • Il più tradizionale bouquet della sposa si fa con i profumatissimi fiori dell’arancio, poiché sono considerati di buon augurio.
  • I frutti dell’arancio sono probabilmente le leggendarie “mele d’oro” del giardino delle Esperidi, che Ercole doveva conquistare; di questo mito rimane traccia nel nome scientifico dell’arancio, Citrus aurantium (cioè albero d’oro) e nel termine botanico che indica i frutti degli agrumi, cioè esperidio.
  • L’essenza dei fiori è usata in profumeria, in erboristeria, in cucina e soprattutto in pasticceria: è la base per preparare l’acqua di fiori d’arancio.
  • Sotto la scorza dell’arancia è presente uno strato bianco spugnoso, che di solito si elimina a causa del suo gusto amaro. Si chiama Albedo e ha proprietà benefiche per l’intestino, oltre che ad aiutare a regolare l’assorbimento di grassi, zuccheri e proteine.
  • L’infuso freddo d’arancia o di fiori d’arancio, può essere utilizzato sul viso come tonico rinfrescante e detergente, adatto per pelli delicate e tendenti alla couperose.
  • L’arancia potenzia le difese immunitarie e quindi aiuta a prevenire i malanni tipici della stagione fredda, soprattutto grazie alla vitamina C che contiene in abbondanza e che ha un effetto protettivo e rinforzante anche sulle pareti dei vasi sanguigni, migliorando la circolazione periferica e la capacità di cicatrizzazione.
  • L’infuso di fiori d’arancio, rilassa e aiuta a superare stress, ansia e insonnia.
Annunci