7 Curiosità sul salmone.

  1. Il salmone ha un colore particolare, che spazia dall’arancione al rosso, anche se ne esistono con carni bianche. Il colore è dovuto alla presenza di pigmenti di carotenoidi, accumulati nel loro corpo per via della loro alimentazione a base di krill e di altri animali in conchiglia.
  2. Il salmone è un pesce molto bilanciato, 100 grammi apportano 208 calorie e sebbene sia un pesce dalla carne grassa viene considerato un alleato essenziale nelle diete ipocaloriche per le sue note proprietà “anti-fame”.
  3. Il salmone rosa, tra tutti i salmoni, è quello che trascorre il minor tempo nelle acque dolci e per questo è il più salato tra tutti, ma anche il più piccolo: arriva a un massimo di due chili.
  4. La maggior parte dei salmoni che finiscono sulle nostre tavole arrivano dall’Oceano Atlantico e provengono da allevamenti controllati.
  5. Se consumato regolarmente, il salmone viene considerato il pesce “salva cuore” perché è ricco di antiossidanti come gli Omega 3, che fluidificano il sangue.
  6. Fino a pochi anni fa il consumo di salmone affumicato superava di gran lunga quello del salmone fresco, ma con il dilagare della moda del sushi è cresciuto a vista d’occhio anche il consumo di salmone crudo oltre che l’utilizzo in cucina.
  7. A livello nutrizionale sia il salmone “selvaggio” che quello di allevamento hanno un ottimo livello di acidi grassi insaturi, ovvero i famosi Omega 3 e Omega 6, sono ricchi di vitamine A, B e D e minerali come il calcio o il fosforo.
Annunci

Meditazione Zen: tecnica e benefici all’organismo.

La meditazione zen è una forma meditativa correlabile al Buddhismo giapponese.

“Zazen” è un termine composto da za (“da seduti”) e zen, parola giapponese che, attraverso il cinese e il pali, risale al sanscrito dhyāna, che sta per contemplazione.

“Zazen” è quindi la “meditazione da seduti”.

Questa pratica è utile per ritrovare pace e serenità, allontanando l’ansia e lo stress.

La concentrazione sul respiro leggero consente al praticante di ritrovare il possesso del proprio corpo e della propria mente e di renderli saldi e presenti in ogni azione del quotidiano.

Secondo lo Zen, la respirazione corretta, caratterizzata da un ritmo lento e naturale, garantisce la possibilità di vivere più a lungo e in buona salute, in uno stato di equilibrio spirituale.

Per un risultato ottimale, il tempo minimo di 20-30 minuti di “meditazione seduta” può andare bene per cominciare, per poi prolungare la durata fino anche a un’ora.

8 Curiosità sulle Carote.

  1. La Daucus carota L. è una pianta della famiglia delle Ombrellifere con un ciclo di vita bienne, ossia produce la radice (di interesse nelle coltivazioni) il primo anno, fiori e semi il secondo anno.
  2. Le carote favoriscono la formazione dell’abbronzatura, proteggendo l’epidermide dai raggi solari.
  3. Le carote, le cui proprietà medicinali erano già conosciute da Greci e Romani, vennero utilizzate come alimento solo a partire dal 1500, in seguito alla selezione di varietà pregiate ottenute a partire dalla specie selvatica.
  4. Le proprietà di queste radici sono fondamentali per mantenere buona la vista e in salute la pelle.
  5. Il colore più diffuso delle radici coltivate è l’arancione, ma ci sono varietà di altre colorazioni, che vanno dal rosso al viola scuro.
  6. La carota è un potente antiossidante che contrasta l’invecchiamento cellulare. In particolare, contrasta i radicali liberi che sono la causa dei danni cellulari nell’organismo.
  7. La carota contiene anche una discreta quantità di vitamine del gruppo B, in particolare B1, B2 e B6.
  8. Grazie alla presenza elevata di sali minerali (tra cui sodio, potassio, calcio, ferro, fosforo e zinco), la carota è un efficace rimineralizzante e tonificante. Svolge un’azione depurativa e rinfrescante per l’organismo.

Tisana depurativa per l’organismo.

Le tisane detox sono un rimedio naturale molto efficace che aiutano ad eliminare dal nostro organismo le scorie accumulate nel tempo, rafforzando così il sistema immunitario.
Ingredienti:
  • 30 g di foglie di carciofo.
  • 30 g di semi di finocchio.
  • 15 g di malva.

Preparazione:

Portare ad ebollizione 250 millilitri di acqua in un pentolino e versare due cucchiaini di miscela, coprire e lasciare in infusione per 15 minuti.

Infine filtrare la tisana e consumarla calda, lontano dai pasti.

8 Curiosità sull’insalata.

  1. L’insalata ha un’origine ancora incerta, sembra provenga dalla Siberia ma era già conosciuta ai tempi dei Romani.
  2. L’insalata è una pianta annuale con foglie più o meno larghe, ovoidali o di forma allungata e a seconda della varietà ha diverse tonalità di colore dal verde al giallognolo o rosso.
  3. Fino al Rinascimento la coltivazione interessò pochissime varietà, che fecero poi registrare un netto incremento a partire dal XVII secolo, in seguito all’avvento di una nuova tecnica che consentì la “coltura forzata” e non spontanea di questi vegetali.
  4. La lattuga in generale predilige i climi temperati e non sopporta i freddi intensi e i caldi secchi.
  5. Cesare Cardini, un ristoratore emigrato negli Stati Uniti, inventò per la festività del 4 luglio del 1924 la “Caesar salad”.
  6. La “lattuga romana” ha un aspetto allungato, quasi ovale, con foglie anch’esse allungate a margine liscio, di colore verde intenso; questa lattuga è formata da una serie di foglie sovrapposte in modo stretto tra loro attorno ad un cuore che generalmente non è completamente chiuso.
  7. Il “lattughino” viene anche chiamato “insalatina” poiché non forma propriamente una testa quanto una rosa di foglie.
  8. La “lattuga cappuccio” con cespi di forma tondeggiante, è costituita da foglie grandi, carnose e lisce, che si sovrappongono le une sulle altre, chiudendosi intorno ad un cuore centrale fino a formare il “cappuccio”.

Tisana zenzero e limone.

Questa tisana è il perfetto connubio tra zenzero e limone, che infusi in acqua calda, danno origine a una bevanda depurativa, che è consigliata anche in caso di raffreddore.

Occorrente:

  • 800 ml d’acqua.
  • 20 g di zenzero fresco.
  • 2 limoni.
  • 4 cucchiaini di miele (facoltativo).

Preparazione:

 

Per prima cosa lavare la radice di zenzero sotto l’acqua corrente, quindi asciugarla, sbucciarla e tritarla con un coltello ben affilato.

Riempire una pentola con l’acqua, quindi portarla a ebollizione e nel frattempo lavare i limoni sotto l’acqua corrente e asciugarli bene.

Affettare un limone sottilmente con tutta la buccia e spremere l’altro per ottenere solo il succo.

Non appena l’acqua bollirà, unire lo zenzero tritato, le fettine di limone e il succo spremuto.

Mescolare bene e lasciar bollire il tutto per circa 5 minuti.

Trascorso questo tempo, spegnere il fuoco e lasciare gli ingredienti in infusione per circa 15 minuti, avendo cura di coprire la pentola con un coperchio.

Non appena anche il tempo d’infusione sarà trascorso, filtrare il tutto e versare in una teiera.

Dolcificare se si desidera con il miele e servire la tisana molto calda.

Tisana rinfrescante di Menta piperita, Arancia e Limone.

Ingredienti x 1 litro di tisana:

  • Foglie di menta piperita q.b.
  • 1 arancia.
  • 1 limone.
  • Succo di un limone.
  • 1 l di acqua naturale.

Preparazione:

Grattugiare la scorza di un limone e di un’arancia.

Far bollire l’acqua e versarla sulle foglie di menta e sulle scorze di arancia e limone.

Versare il tutto in un contenitore come una brocca, possibilmente di vetro.

Lasciare in infusione per 20 minuti circa.

Filtrare la tisana e aggiungere la spremuta di un limone, dolcificare con miele e porre al fresco, in frigorifero.

Prima di servire questa tisana, aggiungere direttamente nella tazza una o due foglie di menta fresca.

Acque Detox per tutti i gusti!

Preparazione delle acque detox:

Prendere un barattolo di vetro richiudibile o una caraffa con tappo.

Un litro d’acqua, meglio se minerale e povera di sodio.

Frutta e verdura fresca, naturalmente biologica.

L’acqua deve essere fredda e la frutta va immersa subito dopo averla tagliata, ma dopo averla lavata molto bene.

Gli agrumi vanno leggermente spremuti prima di essere aggiunti nell’acqua.

Chiudere la caraffa o il barattolo, shakerare il tutto e mettere in frigorifero per almeno 4-5 ore, ma non più di 12.

L’acqua va consumata al massimo entro due giorni.

Alcune Idee per le acque detox e le loro proprietà:

  • Mirtilli, Menta e Arancia: le bacche sono antinfiammatorie, l’arancia disinfetta e la menta purifica.
  • Ravanelli e Carote: Entrambi depurano l’organismo.
  • Lamponi e Kiwi: Il Kiwi rimette in moto l’intestino e i lamponi lo disinfettano.
  • Carota, Mela e Sedano: La vitamina C della carota e del sedano e la vitamina B della mela aiutano ad ottenere una pelle di seta.
  • Anguria e Basilico: Mix dimagrante e rinfrescante.

 

I benefici delle Tisane.

Grazie alle loro molteplici proprietà, le erbe officinali contenute nelle tisane aiutano a eliminare le tossine accumulate, spesso a causa di un’alimentazione sbilanciata o troppo ricca di grassi, più probabile durante i mesi freddi.

Per prima cosa occorre definire la parola “Tisana”, cioè una preparazione liquida, spesso calda, solitamente priva di caffeina, nella quale possono essere presenti oltre che alle erbe officinali, anche moltissime spezie.

Per essere definita tale però una tisana, deve comprendere:

  • Rimedio base: erba o insieme di erbe da cui si estraggono i principi attivi.
  • Adiuvante: che lavorando in sinergia con il rimedio base, ne favorisce l’assorbimento.
  • Complemento: che migliora l’aspetto della tisana.
  • Correttore: che permette di definire molte caratteristiche organolettiche, tra cui anche l’odore, il sapore e la consistenza della tisana.

Le tisane depurative agiscono soprattutto sugli organi che più tendono a intossicarsi (fegato e reni), ma le possibilità sono tante e si differenziano a seconda dell’effetto che si desidera ottenere.

Tutte però contengono un mix di erbe, ognuna con specificità diverse.

L’effetto detox però non è immediato, infatti è necessario bere con costanza le tisane, almeno per un ventina di giorni e per accentuare i loro benefici è consigliabile abbinarle sempre a una dieta equilibrata.

3 consigli utili per rinforzare le unghie.

–  Scegliere cibi adatti a rinforzare le unghie e assumerli giornalmente nel proprio regime alimentare:

  • Pesce, cereali integrali, broccoli (contengono silicio).
  • Cacao amaro, vongole, rane, ostriche, spigole, lenticchie, frutta secca, prugne secche, fichi secchi, carne rossa, tacchino, crostacei e legumi (contengono ferro).
  • Aglio, cipolla, germe di grano e cavolfiore (contengono zolfo).
  • Crostacei (contengono molibdeno e proteine).
  • Ostriche, uova, legumi, broccoli, riso integrale, pesce, aglio, germe di grano (contengono zinco).
  • Pesce azzurro, uova, noci e salmone (contengono omega3).
  • Yogurt, formaggi, salmone, alici, polpo, rucola, soia, mandorle, spinaci, broccoli, cicoria, fichi secchi e verdure a foglia verde (contengono calcio).

–  Le unghie devono essere rinforzare con impacchi, oli, infusi e creme a base di:

  • olio di mandorle dolci, olio d’oliva o olio di ricino.
  • burro di cocco e burro di karitè.
  • limone.
  • bicarbonato.
  • polpa di avocado.
  • miele.
  • yogurt.
  • aglio.

–  Limitare l’uso di detersivi senza l’utilizzo di guanti protettivi, poiché indeboliscono molto le unghie.