Ossibuchi alla milanese.

Ingredienti x 4 persone:

  • 4 ossibuchi di vitello.
  • 100 g di farina.
  • 150 ml di polpa di pomodoro.
  • 50 ml di vino bianco.
  • Una cipolla.
  • Un gambo di sedano.
  • Una carota.
  • Uno spicchio d’aglio.
  • Un limone.
  • Rosmarino q.b.
  • Prezzemolo q.b.
  • 80 g di burro.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Preparazione:

In un tegame con il burro, appassire la cipolla pelata e tritata, disporre gli ossibuchi passati nella farina, rosolarli su entrambi i lati, salare, pepare, sfumare con il vino bianco, unire il sedano e la carota mondati, lavati e tritati, bagnare con un mestolo di acqua calda, coprire, continuare la cottura a fuoco basso per 30 minuti, unire la polpa di pomodoro e cuocere per altri 30 minuti.

Servire nel piatto da portata con gli aromi tritati insieme all’aglio e con la scorza del limone.

Castagnole alla milanese.

Dosi x 4 persone: 

  • 300 g di Farina Bianca.
  • 100 g di Burro.
  • 60 g di Zucchero.
  • 7 Uova.
  • 1 Scorza Di Limone (grattugiata).
  • 1 Pizzico di Cannella In Polvere.
  • 1/2 Cucchiaino Lievito In Polvere (Per Dolci).
  • 1 Spolverata Zucchero A Velo.
  • Olio D’oliva.
  • 1 Pizzico Sale.

Preparazione:
Porre sul fuoco, in una casseruola mezzo litro d’acqua, il burro precedentemente spezzettato, lo zucchero, una grattugiata di scorza di limone, la cannella e un pizzico di sale.
Appena l’acqua inizierà a bollire, togliere la pentola dal fuoco e versare la farina (a pioggia), mescolando continuamente con un cucchiaio di legno, affinché non si formino grumi. 

Quando tutto sarà ben amalgamato, rimettere la terrina sopra la fiamma (bassa) per 8-10 minuti, mescolando l’impasto energicamente fino a che si sarà staccato completamente dalle pareti della pentola: il composto dovrà risultare sodo e liscio. 

A questo punto togliere la casseruola dal fuoco e lasciare intiepidire il tutto, quindi incorporare le uova, una alla volta, e il lievito. 

Porre a scaldare abbondante olio in una padella per fritti o nella friggitrice e, quando sarà caldo, ma non bollente, versare delle piccole quantità di pasta che dovrà essere stata precedentemente modellata a palline delle dimensioni di piccole noci. 

Lasciare dorare bene le palline da tutte le parti, poi estrarle dalla padella con un mestolo forato, passarle su carta da cucina ( in modo che ne assorba l’unto in eccesso) spolverizzare con lo zucchero a velo.

Servirle ben calde in tavola.