Melograno.

Il frutto del melograno, noto per l’aspetto unico e inconfondibile, è una bacca con buccia coriacea, ricolma di numerosi semi dalla polpa traslucida.

Nel curioso trattato “Phytognomonica”, edito a Napoli nel 1588 e dedicato a definire le proprietà medicinali delle piante in base alla loro somiglianza con le diverse parti del corpo umano, il naturalista, filosofo e alchimista Giovanbattista della Porta consigliò la melagrana a chi soffre di problemi ai denti, considerando la similarità d’aspetto tra il frutto sbucciato e una bocca semiaperta.

Naturalmente questo utilizzo non ha alcun riscontro scientifico, ma il melograno è oggi una specie medicinale di enorme valore ed interesse.

Il succo del frutto protegge contro le malattie cardiovascolari ed è dotato di un’attività antimicrobica e antiossidante tre volte superiore a quella del vino rosso o del tè verde.

La corteccia dei giovani rami e della radice è nota invece per l’attività vermifuga.

Annunci

Recensione infuso Melograno di Persia – Pompadour.

Questo prodotto Pompadour fa parte della nuova linea ispirata ai sapori delle terre lontane.

Ha lo scopo di far intraprendere a chi consuma questo infuso un viaggio sensoriale attraverso i paesi orientali, nello specifico la Persia.

La miscela è una combinazione tra il melograno e la pesca, anche se quando si beve questo infuso il sapore che si percepisce maggiormente è quello della pesca, mentre il gusto del melograno a mio avviso non è quasi presente, solo un lieve accenno al retrogusto, leggermente acidulo (nonostante nella miscela si abbia la maggior presenza del melograno tra cui l’aroma all’8% e il succo concentrato al 3%, rispetto alla quantità di aroma di pesca presente al 3%).

Un infuso adatto a chi predilige i sapori fruttati e ovviamente il gusto della pesca con un tocco leggermente acidulo dato dal melograno.

Consumabile sia caldo che freddo, può essere bevuto in ogni momento della giornata.

 

  • Voto packaging: 7
  • Voto prodotto: 7
  • Consigliato: si