8 Curiosità sui pesci.

  1. Alcuni pesci nuotano anche quando dormono.
  2. La maggior parte delle persone sa che, in generale, un pesce possiede una memoria di 3 secondi. Film, documentari e anche cartoni animati, spesso scherzano su questo “difetto”. Ma alcuni studi hanno dimostrato che questo dato è completamente falso, infatti questi animali hanno la capacità di conservare le informazioni fino a 5 mesi.
  3. Il pesce pagliaccio (sottofam. Amphiprioninae) è in grado di cambiare sesso a piacimento una volta nella vita. Nascono tutti maschi e mutano genere per trasformarsi in femmina alpha, quando il pesce femmina che guida la loro comunità muore.
  4. I pesci parlano e comunicano usando un grande assortimento di suoni a seconda della funzione a cui sono destinati; lamenti, grugniti, ronzii, sibili, fischi, crepitii e strilli per minacciare nemici, spaventare gli intrusi o per attirare i partner.
  5. Originariamente il pesce rosso (Carassius auratus) era diffuso in natura unicamente in Asia orientale.
  6. È impossibile affermare con esattezza assoluta quando il pesce rosso sia giunto in Europa. Si narra che la prima importazione sia avvenuta in Portogallo intorno al 1600.
  7. I saltafango (sottofam. Oxudercinae), sono pesci capaci di arrampicarsi poichè sono abituati a vivere in ambienti salmastri tra terra e mare, lo possono fare grazie a particolari adattamenti che consentono loro di vivere fuori dall’acqua.
  8. La passera pianuzza pavone (Bothus mancus), un pesce piatto comune nel Mediterraneo, può cambiare colore in pochi secondi, per mimetizzarsi con il fondale.
Annunci

Spiedini di gamberi e avocado.

Ingredienti x 4 persone:

  • 16 gamberi.
  • 2 uova.
  • 1 avocado.
  • 100 g di farina 00.
  • 6 fette di pane in cassetta.
  • 1 spicchio d’aglio.
  • 350 g di salsa cocktail.
  • Un mazzetto di timo.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Scorza di limone q.b.
  • Sale q.b.

Preparazione:

Tritare nel mixer le fette di pane con l’aglio, una manciata di foglie di timo e la scorza di limone.

Sbucciare l’avocado e tagliarlo in modo da ottenere 16 pezzetti.

Sbattere le uova con un pizzico di sale.

Passare i gamberi e i pezzi di avocado prima nella farina, poi nell’uovo battuto, infine nel mix di pane tritato.

Preparare 16 spiedini alternando 2 gamberi e 2 pezzi di avocado su ogni stecco.

Scaldare abbondante dell’olio in una padella antiaderente e cuocervi gli spiedini un minuto circa per lato.

Sgocciolare gli spiedini di gamberi e avocado, farli asciugare su carta assorbente, salarli e servirli subito con della salsa cocktail a parte.

 

Merluzzo alle olive nere.

Ingredienti x 4 persone:

  • Una cipolla.
  • Prezzemolo q.b.
  • Basilico q.b.
  • 2 spicchi d’aglio.
  • 700 g di merluzzo.
  • 5 filetti di acciughe.
  • 250 g di passata di pomodoro.
  • 100 g di olive nere denocciolate.
  • Un bicchiere di vino bianco.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Pepe q.b.
  • Sale q.b.

Preparazione:

Tritare una cipolla, un po’ di prezzemolo e del basilico e metterli in una pentola con l’olio e due spicchi di aglio.

Rosolare a fiamma bassa, poi unire 700 grammi di merluzzo a pezzi, cinque filetti di acciughe spezzettate, 100 grammi di olive nere denocciolate, un pizzico di pepe e di sale.

Far insaporire il tutto per qualche minuto poi bagnare con un bicchiere di vino bianco e versare la passata di pomodoro.

Coprire la pentola e cuocere per un’ora, quindi servire in tavola.

7 Curiosità sul salmone.

  1. Il salmone ha un colore particolare, che spazia dall’arancione al rosso, anche se ne esistono con carni bianche. Il colore è dovuto alla presenza di pigmenti di carotenoidi, accumulati nel loro corpo per via della loro alimentazione a base di krill e di altri animali in conchiglia.
  2. Il salmone è un pesce molto bilanciato, 100 grammi apportano 208 calorie e sebbene sia un pesce dalla carne grassa viene considerato un alleato essenziale nelle diete ipocaloriche per le sue note proprietà “anti-fame”.
  3. Il salmone rosa, tra tutti i salmoni, è quello che trascorre il minor tempo nelle acque dolci e per questo è il più salato tra tutti, ma anche il più piccolo: arriva a un massimo di due chili.
  4. La maggior parte dei salmoni che finiscono sulle nostre tavole arrivano dall’Oceano Atlantico e provengono da allevamenti controllati.
  5. Se consumato regolarmente, il salmone viene considerato il pesce “salva cuore” perché è ricco di antiossidanti come gli Omega 3, che fluidificano il sangue.
  6. Fino a pochi anni fa il consumo di salmone affumicato superava di gran lunga quello del salmone fresco, ma con il dilagare della moda del sushi è cresciuto a vista d’occhio anche il consumo di salmone crudo oltre che l’utilizzo in cucina.
  7. A livello nutrizionale sia il salmone “selvaggio” che quello di allevamento hanno un ottimo livello di acidi grassi insaturi, ovvero i famosi Omega 3 e Omega 6, sono ricchi di vitamine A, B e D e minerali come il calcio o il fosforo.

Mousse di salmone.

Ingredienti x 4 persone:

  • 300 g di salmone affumicato.
  • 1 finocchio.
  • 1 albume.
  • 1 ciuffetto di timo.
  • 50 ml di panna da cucina.
  • 50 ml di yogurt intero.
  • 12 foglie di belga rossa.
  • Sale q.b.
  • Pepe bianco q.b.
  • Pepe rosa in grani q.b.

Preparazione:

Pulire e lavare il finocchio e poi affettarlo in modo grossolano.

Trasferire il finocchio in una casseruola ricoprendolo con acqua fredda e salandolo leggermente e facendolo cuocere, una volta raggiunta l’ebollizione, per circa 15 minuti, finché non risulterà tenero.

Scolarlo e farlo asciugare su carta da cucina prima di frullarlo per ottenerne una crema.

Frullare nel mixer il salmone con la panna e lo yogurt e poi trasferire la crema ottenuta in una ciotola incorporandovi il finocchio precedentemente frullato oltre ad una piccola manciata di foglie di timo, l’albume montato a neve con un pizzico di sale e le bacche di pepe rosa sbriciolate.

Mescolare delicatamente il tutto, salando e pepando.

Nel frattempo lavare e asciugare le foglie di indivia belga rossa e sistemale su un piatto da portata.

Versare la mousse di salmone in una tasca da pasticciere con la bocchetta a stella e premendo con delicatezza, riempire le foglie di indivia.

Guarnire la mousse di salmone con altri rametti di timo.

Lasciar riposare la mousse in frigorifero per circa 30 minuti prima di servire.

 

Filetti di platessa alla mugnaia.

Ingredienti x 4 persone:

  • 1 cipolla.
  • 1 spicchio di zenzero.
  • 1 peperoncino.
  • 8 filetti di platessa.
  • Brodo vegetale q.b.
  • Farina q.b.
  • Burro q.b.
  • Prezzemolo q.b.
  • Sale q.b.

Preparazione:

Sciogliere una noce di burro in padella con fiamma bassa, aggiungere una rondella di cipolla, uno spicchio di zenzero (grande come uno spicchio di aglio) e mezzo peperoncino.

Far rosolare senza bruciare.

Nel frattempo impanare otto filetti di platessa in un pugno di farina e poi metterli due per volta in padella, salarli e farli rosolare.

Aggiungere del brodo diluito con un dito di acqua e far evaporare a fuoco alto per due minuti; aggiungere il prezzemolo.

Servire caldi.

Spaghetti al profumo di mare.

Ingredienti x 4 persone:

  • 500 g di cozze.
  • 1 spicchio d’aglio.
  • 1 cipolla.
  • 250 g di filetto di nasello.
  • 70 g di olive nere.
  • 350 g di passata di pomodoro.
  • 350 g di spaghetti.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.

Preparazione:

Scottare 500 grammi di cozze con un cucchiaio di olio insaporito con uno spicchio di aglio e toglierle dal guscio.

Far appassire una cipolla con quattro cucchiai di olio, aggiungere 250 grammi di filetti di nasello a dadini e lasciar rosolare.

Salare, pepare e poi unire 70 grammi di olive nere e 350 grammi di passata di pomodoro.

Cuocere a fuoco medio per 30 minuti.

Nel frattempo cuocere gli spaghetti in acqua bollente salata, scolarli al dente e saltarli in padella con il condimento e le cozze sgusciate.

Servire caldi.

Canocchie al limone.

Ingredienti x 2 persone:

  • 500 g di canocchie.
  • 200 ml di acqua.
  • 1 cucchiaio di aceto di vino bianco.
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva.
  • 1 limone.

Preparazione:

Lavare le canocchie in abbondante acqua corrente.

In una padella versare un bicchiere d’acqua ed un cucchiaio di aceto bianco.

Unire le canocchie, accendere il fuoco e coprirle con un coperchio.

Cuocere per 3 minuti dalla ripresa del bollore.

Scolare le canocchie, lasciarle intiepidire e pulirle una per una (per farlo, procurarsi un paio di forbici affilate e tagliare la testa, la coda e rifilare le estremità; rimuovere il guscio superiore, che libero dalle estremità, verrà via tirandolo dalla coda verso la testa).

Disporre le canocchie su un piatto e condirle con una miscela formata da un cucchiaio d’olio extravergine di oliva e qualche goccia di succo di limone.

Spaghetti ai moscardini.

Ingredienti x 4 persone:

  • 2 spicchi d’aglio.
  • 200 g di pomodori.
  • Prezzemolo q.b.
  • 1 Kg di moscardini.
  • 400 g di spaghetti.
  • Sale q.b.
  • Rosmarino q.b.
  • Alloro q.b.
  • Origano q.b.
  • Peperoncino q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.

Preparazione:

Rosolare due spicchi d’aglio in poco olio extravergine d’oliva, unire il rosmarino, l’alloro, l’origano, il peperoncino, la salsa di pomodoro (ottenuta con 200 grammi di pomodori pelati) e il prezzemolo.

Aggiungere un chilo di moscardini, che si saranno precedentemente lavati e coprire il tutto con un coperchio.

Far cuocere a fuoco moderato per circa 35 minuti.

Cuocere 400 grammi di spaghetti in abbondante acqua salata.

Ripassarli nella salsa e servirli caldi.

Sgombro con piselli.

Ingredienti x 4 persone:

  • 2 sgombri.
  • 1 cipolla.
  • 1 spicchio d’aglio.
  • 1 bicchiere di vino bianco.
  • 1 Kg di piselli.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Preparazione:

Pulire due sgombri, eliminando le teste e le interiora.

In una casseruola fare appassire una cipolla tritata e l’aglio; aggiungere i pesci e farli rosolare, quindi versare un bicchiere di vino bianco e farlo evaporare.

Regolare di sale e di pepe.

Togliere gli sgombri e unire al fondo di cottura 1 chilo di piselli sgranati, coprirli con il brodo di verdure e aggiungere sale e pepe.

Cuocere per circa 30 minuti, quindi rimettere gli sgombri nel tegame e terminare la cottura per altri 10 minuti.

Servire caldi.