Penne radicchio e speck.

Ingredienti x 4 persone:

  • 1 radicchio trevigiano.
  • 10 g di burro.
  • 200 g di speck.
  • 250 g di panna.
  • 320 g di penne rigate.
  • Brandy q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Preparazione:

Rosolare un radicchio trevigiano in una padella con 10 grammi di burro e 200 grammi di speck, in precedenza tagliato a julienne.

Non appena il radicchio è appassito, bagnare il composto con un goccio di brandy e aggiungere un bicchiere di panna, un pizzico di sale e una manciata di pepe, a piacimento.

Lasciar cuocere per 3 minuti.

Nel frattempo cuocere 320 grammi di penne rigate.

Dopo averle scolate, unirle al condimento e servire in tavola.

10 Curiosità sul radicchio.

  1. I radicchi hanno poche calorie, per questo sono adatti per chi è a dieta, sempre che la preparazione e i condimenti non ne alterino troppo le caratteristiche.
  2. Grazie al buon contenuto di triptofano, i radicchi svolgono un’azione anti-fatica e aiutano combattere l’insonnia.
  3. I radicchi sono ricchi di antiossidanti.
  4. I radicchi contengono ferro, che svolge un ruolo antianemico: per migliorarne l’assorbimento è consigliabile aggiungere succo di limone come condimento.
  5. I principi amari del radicchio migliorano la digestione, favoriscono la funzionalità epatica e stimolano la secrezione biliare.
  6. La loro virtù maggiore è quella depurativa.
  7. L’elevato contenuto di fibre favorisce un regolare transito intestinale e aiuta a ridurre il colesterolo, anche grazie ai fitosteroli.
  8. I radicchi verdi contengono molta più vitamina C di quelli rossi e sono ricchi di provitamina A, che nei rossi manca.
  9. I radicchi rossi sono ricchi di antociani, sostanze che combattono i fenomeni infiammatori e proteggono il sistema circolatorio, in particolare la parte dei vasi sanguigni.
  10. Le differenze nutrizionali tra il radicchio verde e il radicchio rosso si compensano, tanto che l’apporto calorico è simile, cambia soprattutto il contenuto vitaminico.

Insalata di radicchi e zucca arrosto.

Ingredienti x 4 persone:

  • 700 g di zucca priva di buccia.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • 2 cespi di radicchio rosa di Verona.
  • 200 g di radicchio di campo.
  • 1 limone Bío.
  • 3 cucchiai di semi di zucca sgusciati.
  • Foglie di salvia q.b.

Preparazione:

Tagliare la zucca a fette sottili di circa mezzo centimetro e sistemarle su una teglia foderata di carta da forno.

Spennellare le fette di zucca con olio, poi condirle con sale, pepe e farle cuocere in forno già caldo a 220 °C, finché non diventeranno morbide e caramellate ai bordi (circa 20-25 minuti).

Toglierle dal forno e metterle da parte.

Separare le foglie di tutti i radicchi, tagliare le più grosse, sciacquarle con acqua fredda e asciugarle bene.

Raccogliere il radicchio in un’insalatiera e aggiungere la zucca arrosto.

Versare in una padella i semi di zucca, due cucchiai di olio e qualche foglia di salvia.

Far dorare i semi di zucca.

Chiudere la padella con un coperchio e quando anche la salvia sarà dorata, condire l’insalata con i semi di zucca dorati e le foglie di salvia, sgocciolate dell’olio di cottura in eccesso.

Condire con 3-4 cucchiai d’olio, sale, pepe e la scorza grattugiata di un limone.

Mescolare bene e servirla subito.

Maschera illuminante al radicchio.

Il radicchio aiuta a dare alla pelle un aspetto luminoso e sano, con un’azione interna e una esterna.

Ricco di antiossidanti, consumato anche come cibo, la depura e ne contrasta l’invecchiamento.

Due effetti che si ottengono anche con applicazioni locali.

Occorrenti:

  • 4 fette di cetriolo.
  • 4 foglie di radicchio rosso.
  • 1 vasetto di yogurt.

Preparazione:

Porre in un mixer quattro fette di cetriolo dello spessore di 1 cm, quattro foglie di radicchio rosso già tritate grossolanamente e un vasetto di yogurt compatto.

Stendere la maschera sul viso e tenerla in posa per 10-15 minuti, poi risciacquare con acqua tiepida.

Come scegliere e conservare il radicchio.

  1. Acquistare solo radicchi freschi.
  2. Se le foglie esterne cominciano ad appassire, possono essere recuperate cuocendole, ma avranno un gusto più amaro.
  3. Fare attenzione: se le foglie sono bagnate è possibile che i cespi siano già stati puliti e buttati in acqua per arrestarne l’appassimento.
  4. I cespi di radicchio si conservano in frigorifero, avvolti in un canovaccio e poi messi in un sacchetto di plastica, per assorbire l’umidità ed evitare che si formi condensa, che favorisce la comparsa di macchie e marciume.