Tagliatelle agli spinaci.

Ingredienti x 4 persone:

  • 1 uovo.
  • 1 cipolla.
  • 100 g di panna.
  • 70 ml di latte.
  • Pepe q.b.
  • Sale q.b.
  • 150 g di parmigiano.
  • 200 g di fontina.
  • 500 g di tagliatelle.
  • 200 g di spinaci.

Preparazione:

Unire un uovo, una cipolla, 100 grammi di panna, 70 millilitri di latte, sale, pepe e 100 grammi di parmigiano in una terrina.

Aggiungere 200 grammi di fontina tagliata a listarelle e mescolare il tutto.

Intanto, cuocere 500 grammi di tagliatelle al dente.

Unire alla pasta 200 grammi di spinaci, precedentemente lessati e il condimento.

Porre il tutto in una pirofila da forno.

Spargere sopra la pasta il restante parmigiano.

Cuocere in forno a 180°C per 15 minuti, coperto e per altri 15 minuti scoperto.

Servire in tavola.

Annunci

Curiosità sugli spinaci.

  • Sono un cibo a basso contenuto calorico.
  • Crudi apportano circa 31 calorie per 100 grammi, mentre lessati hanno solo 23 calorie sempre per 100 grammi.
  • Una porzione di spinaci crudi, circa 50 grammi, copre il 30% del fabbisogno giornaliero di vitamina A, il 17% della C, il 20% di manganese e il 10% di magnesio.
  • Ricchi di fibra, stimolano le funzioni intestinali.
  • Svolgono un’azione antiossidante e protettiva sugli occhi e sul sistema cardiovascolare, grazie alla sinergia fra carotenoidi, vitamina E, C e K, acido folico, luteina, clorofilla e riboflavina, utile anche in gravidanza.
  • La colina e l’inositolo aiutano ad evitare l’indurimento delle arterie.
  • Gli spinaci aiutano a controllare il diabete e proteggono il corpo da un invecchiamento prematuro.
  • Gli spinaci conservano tutte le loro precise caratteristiche e proprietà se consumati crudi.

Come riconoscere i diversi tipi di spinaci.

Le tre tipologie principali di spinaci presenti sul mercato e le loro caratteristiche principali, che aiutano a riconoscerli e sceglierli consapevolmente.

SPINACI A FOGLIA LISCIA: hanno foglie piccole, allungate, sottili, di colore verde chiaro e un gambo tenero.

Somigliano nell’aspetto agli spinaci novelli, ma in realtà appartengono ad alcune varietà selezionate per poter essere consumate crude, anche quando le foglie non sono più giovani.

SPINACI SAVOY: sono gli spinaci di colore verde intenso e a foglia grande e bollosa.

È la varietà tradizionale che si consuma solo dopo la cottura, questi spinaci infatti hanno la foglia spessa e il gambo robusto, che va reciso e scartato prima della cottura, oppure utilizzato come quello delle coste di bietola, cuocendolo più a lungo.

SPINACI SEMI SAVOY: oggi sono i più diffusi, anche fra quelli surgelati.

Presentano caratteristiche intermedie rispetto agli altri tipi, per adattarsi alle richieste dei consumatori.

Hanno una lamina fogliaria abbastanza sottile e più liscia dei Savoy, che ne facilita il lavaggio.

Maschera purificante agli spinaci.

Questa maschera agli spinaci, nutre, rinfresca, lenisce e purifica la pelle del viso.

Occorrente:

  • Una piccola manciata di foglie di spinaci.
  • 1 cucchiaio di miele.
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva.
  • 1 cucchiaino di succo di limone.
  • 1 cucchiaio di farina d’avena.

Preparazione:

Dopo aver miscelato tutti gli ingredienti ed aver ottenuto una maschera dalla consistenza omogenea, stendere sulla pelle del viso e lasciar agire per circa 20 minuti.

Risciacquare la maschera con abbondante acqua tiepida.

Spaghetti agli spinaci.

Ingredienti x 4 persone:

  • 1 uovo.
  • 1 cipolla.
  • 100 g di panna.
  • 70 g di latte.
  • 100 g di parmigiano.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • 200 g di fontina.
  • 500 g di spaghetti.
  • 200 g di spinaci.

Preparazione:

In una terrina unire un uovo, una cipolla, 100 grammi di panna, 70 grammi di latte, sale, pepe e 100 grammi di parmigiano.

Aggiungere 200 grammi di fontina a listarelle e mescolare il tutto.

Intanto cuocere 500 grammi di spaghetti in acqua bollente e scolarli al dente.

Unire alla pasta 200 grammi di spinaci, precedentemente lessati e inserire il condimento.

Porre il tutto in una pirofila da forno.

Spargere sopra gli spaghetti altro parmigiano e infornare a 180°C per 15 minuti coperta da carta stagnola e altri 15 minuti scoperta.

Servire calda.