Altre 7 curiosità sulle uova.

  1. Il colore del guscio di un uovo è determinato da fattori genetici e non ha nessuna importanza riguardo alle proprietà nutritive.
  2. I pigmenti che colorano un tuorlo, che variano dal giallo pallido all’arancione molto acceso, si chiamano xantofille (della famiglia dei carotenoidi) e svolgono un’importante funzione antiossidante. Dal momento che gli animali non riescono a sintetizzare i carotenoidi, queste sostanze vengono assunte attraverso i mangimi: da ciò ne consegue che il colore di un tuorlo è determinato esclusivamente da ciò che mangia l’animale.
  3. Una prelibatezza della cucina cinese è l’ uovo centenario. Si lascia macerare per tre mesi un uovo d’anatra in un composto di acqua, cenere e calce viva: alla fine l’albume è gelatinoso e color ambra mentre il tuorlo è verde scuro.
  4. Le uova possono avere dimensioni diverse e una media di peso che varia tra i 55 e i 60 grammi, diviso in 60% circa di albume e 40% di tuorlo.
  5. In molte religioni, l’uovo simboleggia la creazione: nelle tradizioni pagane era l’unione di cielo (albume) e Terra (tuorlo).
  6. Le tipologie di uova si dividono in: 0 per le uova biologiche, 1 per quelle di galline allevate all’aperto, 2 per uova da allevamento a terra e 3 per l’allevamento in gabbia.
  7. Gli uccelli che nidificano sui costoni di roccia depongono uova dalla forma allungata, che non corrono il rischio rotolare via. Quelle deposte in buche o cavità,
    invece, hanno una forma più rotonda.
Annunci

Uova ripiene con tonno e Philadelphia.

Ingredienti x 4 persone (circa 8 uova):

  • 8 uova.
  • 160 g di tonno.
  • 5 capperi.
  • 1 ciuffo di prezzemolo fresco.
  • 1 cipollina.
  • 8 olive.
  • 1 cucchiaio di maionese.
  • Mostarda q.b.
  • Philadelphia q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Pepe nero (facoltativo).

 

Preparazione:

Lessare le uova, tagliarle a metà e separare i tuorli dagli albumi.

In un mixer tritare il prezzemolo fresco, i capperi e la cipollina.

Mettere il trito in una ciotola e aggiungere tutti gli ingredienti tranne la Philadelphia.

Inserire anche l’olio del tonno.

Per ultimo unire il formaggio Philadelphia, quanto basta perché il composto possa essere lavorato e diventare una crema.

Mettere quindi il composto in una sac a poche.

Riempire i gusci degli albumi, poi decorare con le olive.

Infine, irrorare con un filo d’olio, e una spolverata di pepe nero (facoltativo).

 

Consiglio: lessare qualche uovo in più di quelli indicati nella ricetta, perché può capitare che in cottura si possano rompere e quindi risultare inutilizzabili.

Maschera all’uovo per capelli danneggiati.

L’uovo rappresenta un’ottima fonte di nutrimento naturale per i capelli, ingrediente fondamentale di una maschera riparatrice fatta in casa, da usare una volta al mese.

Occorrente:

  • 1 uovo intero (due se si hanno i capelli lunghi).
  • 1 tazza di latte.
  • Succo di limone q.b.
  • 2 cucchiai di olio d’oliva.

Procedimento:

L’uovo, il latte e l’olio devono essere amalgamati insieme aggiungendo successivamente il succo di limone.

Il composto deve essere massaggiato dalle radici alle punte e lasciato in posa 15 minuti, avendo cura poi di sciacquare abbondamene i capelli con acqua tiepida o fredda per evitare di creare grumi, cuocendo letteralmente l’uovo.

Infine procedere con il lavaggio, utilizzando uno shampoo preferibilmente a base di frutta e in grado di eliminare qualsiasi odore, come ad esempio nel nostro caso quello dell’uovo.

8 Curiosità sulle uova.

  1. A causa del loro elevato contenuto di proteine, le uova sono tra gli alimenti più nutrienti al mondo.
  2. Il modo in cui la gallina viene nutrita influenza lo spessore del guscio dell’uovo, il suo gusto e il colore del tuorlo. Se il foraggio contiene poco calcio o se il deposito del calcio viene compromesso durante l’ovulazione, la gallina deporrà delle uova dal guscio sottile o addirittura senza guscio.
  3. Un uovo grande del peso di circa 70 grammi fornisce circa il 16% del fabbisogno giornaliero di proteine di un adulto.
  4. Le vitamine contenute nell’uovo sono presenti per la maggior parte nel tuorlo.
  5. Il guscio di un uovo è spesso dai 0,3 ai 0.4 mm. È permeabile e contiene tra i 7.000 e i 17.000 pori. I pori facilitano lo scambio d’aria tra il contenuto dell’uovo e il mondo esterno durante la cova e la schiusa.
  6. Un uovo grande contiene circa 9 grammi di proteine, 8 grammi di grassi, tracce di carboidrati e tutte le vitamine e i minerali essenziali (eccetto la vitamina C).
  7. Le uova durano più a lungo se vengono conservate con la parte più appuntita verso il basso, in quanto la parte smussata presenta una cella d’aria tra la membrana interna e quella esterna.
  8. Grazie alla forma ovale, le uova sono molto resistenti: anche se hanno un guscio molto sottile, possono sopportare la pressione di diversi chili.

 

Omelette alle erbe aromatiche.

Ingredienti x 4 persone:

  • 4 uova.
  • 1 cucchiaio di mostarda.
  • Origano q.b.
  • Maggiorana q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.

Preparazione:

Sbattere quattro uova in una fondina, aggiungere un cucchiaio di mostarda, un pizzico di origano, un pizzico di maggiorana, sale e pepe.

Mettere sul fuoco una padella antiaderente con un goccio d’olio e quando comincerà a friggere aggiungere il composto dell’omelette.

Far cuocere a fuoco medio per qualche minuto e quando avrà assunto una consistenza spumosa e più asciutta, coprire la padella e lasciar cuocere fino a ultimare la cottura.

Servire calda.

Uova alle verdure.

Ingredienti x 4 persone:

  • 3 pomodori.
  • 1 peperone.
  • 2 cipolle.
  • 4 uova.
  • Semi di cumino q.b.
  • Curry q.b.
  • Basilico q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Preparazione:

Togliere la pelle a tre pomodori e tritarli.

Affettare un peperone e due cipolle sbucciate.

Versare in una padella due cucchiai di olio d’oliva e rosolarvi le cipolle; aggiungere i peperoni e i pomodori.

Salare e pepare e far cuocere per 15 minuti, intanto rassodare quattro uova.

Distribuire la verdura nei piatti, adagiarvi le uova sgusciate e divise a metà, spolverizzare con mezzo cucchiaino di semi di cumino e mezzo di curry, decorare con foglioline di basilico e servire.

Omelette al pecorino.

Ingredienti x 4 persone:

  • 8 uova.
  • 8 steli di erba cipollina.
  • 150 g di pecorino.
  • 60 g di lardo.
  • 20 g di burro.

Preparazione:

Sbattere otto tuorli di uova insieme con otto steli di erba cipollina tagliuzzati.

Montare a neve gli albumi e incorporare i tuorli.

Tagliare a fette sottili 150 grammi di pecorino fresco, ridurre a metà 60 grammi di lardo affettato sottilmente e far rosolare per due minuti.

Far fondere 20 grammi di burro e versare metà del composto di uova.

Appena le uova iniziano a rapprendersi, mettere al centro metà delle fette di lardo e poi metà del formaggio.

Ripiegare le omelette a libro e cuocere ancora per un minuto.

Ripetere le ultime operazioni per ogni omelette.

Servire calde.

L’aquafaba.

L’aquafaba è l’acqua di cottura dei ceci.

Grazie alla sua capacità di montare come i bianchi dell’uovo, è un ottimo ingrediente da utilizzare nelle diete vegane o in tutti i casi in cui sia utile sostituire le uova.

Per questo, in cucina trova ampia applicazione nella realizzazione di dolci per i quali il bianco d’uovo è essenziale, come meringhe e macarons.

Come Prepararla:

Per ottenere circa 500 ml di questo liquido, occorrono 500 g di ceci secchi, un litro e 300 ml di acqua e 2 quadratini di 2,5 cm circa di alga Kombu, indispensabile per rendere l’aquafaba più densa.

Il metodo più semplice per produrre l’aquafaba è cuocere i ceci per 8-9 ore dopo averli lasciati in ammollo almeno per 8-12 ore, in una pentola di coccio o in una elettrica a cottura lenta, mantenendo il fuoco al minimo.

Verificate di aver eliminato dal liquido di cottura scolato qualsiasi residuo dei ceci come bucce o impurità, poiché esse potrebbero inficiare la possibilità di montare il liquido.

In ogni caso una prova per verificare che l’aquafaba sia davvero pronta da utilizzare è che i ceci siano ben cotti e teneri.

Uova allo zafferano.

Ingredienti x 4 persone:

  • 150 g di fagiolini sottili.
  • 500 g di patate novelle.
  • 4 cipollotti.
  • 1 rametto di dragoncello.
  • 6 cucchiai di maionese.
  • Zafferano q.b.
  • 4 uova.

Preparazione:

Pulire 150 grammi di fagiolini sottili e cuocere al vapore con 500 grammi di patate novelle e lasciar raffreddare il tutto.

Pulire quattro cipollotti, tritarli grossolanamente, lavare un rametto di dragoncello e tritare anch’esso.

Mescolare sei cucchiai di maionese con un pizzico di zafferano.

Tagliare i fagiolini e le patate a pezzetti.

Sgusciare quattro uova sode e dividere ognuna in quattro spicchi.

Mescolare tutti gli ingredienti con la maionese allo zafferano e servire.

 

Insalata di uova.

Ingredienti x 4 persone:

  • 300 g di patate.
  • 3 pomodori.
  • 3 uova.
  • 80 g di tonno.
  • Basilico q.b.
  • 1/2 spicchio d’aglio.
  • Menta q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Aceto q.b.

Preparazione:

Lessare trecento grammi di patate, pelarle e tagliarle a cubetti.

Lavare tre pomodori, sbucciarli e tagliarli a rondelline sottili.

Tagliare a spicchi tre uova sode e aggiungere ottanta grammi di tonno.

Unire il tutto in una ciotola e aggiungere qualche fogliolina di basilico.

A parte, schiacciare mezzo spicchio d’aglio e alcune foglioline di menta con un po’ d’olio, di aceto, di sale e di pepe.

Amalgamare il tutto e utilizzare questa salsa per condire l’insalata.

Servire subito.