La Cattedrale di Notre-Dame.

La facciata della cattedrale, che si affaccia su Place de Parvis de Notre-Dame, è uno dei capolavori gotici più importanti della città parigina.

Il rosone occupa il posto d’onore al centro ma chi si trova ad osservare la cattedrale non può che porre attenzione sugli imponenti portali che incorniciano i tre ingressi alla cattedrale.

Accanto al portale del giudizio universale, che apre metaforicamente le porte al paradiso cioè all’interno, vi sono il portale della Vergine (a sinistra) e il portale di Sant’Anna (a destra).

Sopra di essi corre la spettacolare galleria dei re, con 28 statue degli antichi monarchi d’Israele e Giudea.

L’interno di Notre-Dame:

IMG_6226

IMG_6192

IMG_6060

IMG_6191

Annunci

Sainte-Chapelle.

Questo raffinato edificio, una splendida ex cappella reale, rappresenta uno straordinario esempio dell’architettura medievale parigina.

Fu commissionata a metà del XIII secolo del re Luigi IX per accogliere le sacre reliquie (come la corona di spine e pezzi della vera croce di Gesù, oggi appartenenti al tesoro di Notre-Dame) portati in patria dalle crociate.

La chiesa è tutto ciò che resta dell’antico Palais de la Citè, quello che era il palazzo reale.

L’architettura concilia archi rampanti, sculture e straordinari soffitti; il tutto decorato da incantevoli vetrate originali del XIII secolo con 1100 complesse scene bibliche, che fanno della cappella superiore un luminoso spettacolo per chi si trovi a visitarla.

Fotografie scattate all’interno di Sainte-Chapelle:

 

IMG_E9728

IMG_E9654

IMG_9674

IMG_9537

Parigi.

Parigi è la capitale e la città più popolata della Francia, capoluogo della regione dell’Île-de-France.

Con una popolazione di 2.229.095 abitanti è dopo Londra, Berlino, Madrid e Roma, il quinto comune più popoloso dell’Unione europea e considerando la sua superficie comunale, possiede una delle più alte densità abitative del mondo.

La città è divisa in 20 quartieri detti “arrondissement”: il I arrondissement si trova al centro della città, mentre gli altri che si succedono via via a spirale, portano verso l’esterno di Parigi, sempre più in periferia.

Per capire meglio dove sono situati i vari punti di interesse, nelle piantine, Parigi viene divisa in arrondissement a cui corrisponderanno anche per esempio diverse tariffe per i mezzi pubblici (come mètro e RER).

Alcune fotografie scattate a Parigi:

IMG_5849

IMG_5885

IMG_5925

IMG_5887

IMG_E6292

IMG_E6252

IMG_7769

IMG_9060

IMG_7892

IMG_7637

IMG_7400

 

Madrid.

Madrid è la capitale e la città più popolosa della Spagna.

La popolazione municipale è di 3 141 991 abitanti, ma la popolazione dell’area metropolitana è calcolata a quasi 6,5 milioni di abitanti.

Si tratta del terzo comune più popoloso nell’Unione europea, dopo Londra e Berlino.

La sua area metropolitana è la sesta più popolosa d’Europa dopo Mosca, Istanbul, Londra, la Ruhr e Parigi.

L’area comunale si estende su un totale di 604,3 km².

Oltre che capitale del Paese, Madrid è anche sede del governo e residenza del monarca spagnolo ed è anche il centro politico della Spagna.

L’attuale sindaco è Manuela Carmena, eletta alla guida della lista civica di sinistra, Ahora Madrid.

 

13 curiosità sul Big Ben.

  1. La torre del Big Ben può essere visitata solo dai residenti inglesi che saranno stati capaci di ottenere uno speciale permesso dalla Camera dei Lords o dalla Camera dei Comuni, mediante l’ufficio del proprio rappresentante.
  2. La campana più grande del Big Ben suona ogni 15 minuti e il suono è udibile nel raggio di 2 Km.
  3. Dal 1994 è stato integrato un sistema di 113 lampadine che illuminano la torre di notte.
  4. All’interno della Torre sono presenti delle celle destinate in casi rarissimi a membri del Parlamento che violano il privilegio parlamentare. L’ultimo caso risale al 1880.
  5. Su ogni quadrante dell’orologio è incisa la scritta “DOMINE SALVAM FAC REGINAM NOSTRAM VICTORIAM PRIMAM” ovvero “O Signore, salva la nostra regina Vittoria I.”
  6. Il primo rintocco delle campane  della “Clock Tower” risale al 31 Maggio 1859 ma nel mese di Settembre dello stesso anno, a causa dell’utilizzo di un martello troppo grosso, il Big Ben si ruppe, richiedendo 3 anni per la riparazione. Fu proprio quel danno a creare il caratteristico suono che contraddistingue la campana.
  7. Il soprannome Big Ben ha diverse teorie. Quella più comune vuole che  il nome sia stato preso da Benjamin Hall, membro della Camera dei Comuni nonché supervisore dei lavori di ricostruzione del palazzo di Westminster. Un’altra teoria vuole che Big Ben sia stato preso dal soprannome dei pesi massimi di pugilato Benjamin Caunt.
  8. Inizialmente pare che la campana dovesse chiamarsi “Royal Victoria” per onorare l’omonima regina.
  9. La maggior parte delle persone erroneamente con il nome Big Ben si riferiscono alla torre dell’orologio. In realtà quella è l’Elizabeth Tower, soprannominata così in onore del giubileo di diamante della Regina.
  10. La campana al suo interno viene chiamata The Great Bell.
  11. La campana principale della torre pesa circa 13,5 tonnellate.
  12. La torre fu eretta dopo che parte del vecchio palazzo di Westminster fu distrutto dopo un gravissimo incendio.
  13. I lavori di costruzione iniziarono nel 1854 e terminarono dopo 13 anni, nonostante le numerose difficoltà realizzative e i successivi restauri.

IMG_2340

IMG_2148.JPG

Birra a regola d’arte.

Praga è una città capace di conquistare al primo incontro: i monumenti antichi, gli splendidi ponti e le tradizioni che si fanno portatrici di una cultura millenaria, non possono che restare nel cuore di chi trascorre un soggiorno nell’affascinante capitale della Repubblica Ceca.

Ma c’è un’altra cosa che conduce i turisti di tutto il mondo verso questa splendida meta, la possibilità di degustare alcune delle migliori birre a livello internazionale.

 Infatti la Repubblica Ceca vanta un’antichissima tradizione nella produzione della birra, che affonda le sue radici addirittura nel lontano 859, quando la coltivazione del luppolo prese piede in Boemia.

Ho avuto modo di prendere parte ad un interessantissimo giro, nella fabbrica che produce la Pilsner Urquell, una delle birre più conosciute ed apprezzate a Praga.

Un’esperienza che non solo mi ha permesso di conoscere aspetti di una bevanda come la birra, che viene spesso presa per scontato, ma ho anche avuto modo di degustare differenti tipologie di birre, apprezzando ognuna per le proprie differenze e particolarità.

Il castello di Praga.

Il Castello di Praga (Pražský Hrad) sorge su una delle nove alture su cui si sviluppa la capitale ceca e fu il primo nucleo abitato della città.

Originariamente era costituito da edifici e fortificazioni in legno; il primo edificio in pietra ad essere costruito ( circa nel 884 d.C.) fu la chiesa della Vergine, eretta per volere del primo principe cristiano di Boemia: Borivoj I. 

Di questo edificio oggi restano però solo le fondamenta.

In epoca romanica vennero costruiti il convento e la basilica di San Giorgio, il Palazzo Reale, le fortificazioni e le torri in muratura e, cosa più importante, San Venceslao fece erigere la rotonda contenente i resti di San Vito (a lui dedicata), la cattedrale della città. 

La rotonda fu sostituita da una basilica a due absidi pochi secoli dopo.

Durante il periodo gotico l’imperatore Carlo IV ordinò la costruzione di una nuova, grandiosa cattedrale gotica che sostituisse la basilica romanica. 

La costruzione iniziò nel 1344 e ad essa lavorarono prima il francese Mathieu d’Arras, poi il tedesco Peter Parler e i suoi figli. 

La costruzione si interruppe a causa delle guerre hussite ad inizio ‘400 e fu terminata solo fra il 1871 ed il 1929.

Il Castello di Praga viene considerato da tutti, la costruzione più solida, rimasta alla bellezza originaria, anche grazie agli imponenti restauri svolti dopo la caduta del comunismo in Cecoslovacchia; gli ultimi dei quali mirati a restituire al castello il suo aspetto autentico, riparando i danni subiti nell’era socialista e a quelli comportati dai parziali ed inadeguati restauri effettuati negli anni Novanta.

Il castello è da sempre la sede del potere ceco: qui abitarono sovrani del Regno di Boemia, imperatori del Sacro Romano Impero e dell’Impero Asburgico e successivamente i presidenti della Cecoslovacchia. 

Attualmente è la residenza ufficiale del presidente della Repubblica Ceca.

All’interno del complesso si trovano, fra gli altri edifici, la cattedrale di San Vito, il convento di San Giorgio (che ospita la collezione di arte ottocentesca ceca della Narodní Galerie, la Galleria Nazionale), la basilica di San Giorgio, il Palazzo Reale, il Vicolo d’Oro, la Pinacoteca del Castello di Praga, la torre Daliborka e il Belvedere.

Con una superficie di quasi 70.000 metri quadrati è il più grande castello a corpo unico del mondo, nonché una delle mete obbligatorie se si visita Praga.

Ho trovato la visita presso questo castello davvero stupefacente, sia per la sua bellezza estetica, sia per la storia presente in ogni angolo di questo magnifico palazzo.