Fusilli allo zafferano.

Ingredienti x 4 persone:

  • 350 g di fusilli.
  • 200 ml di panna fresca.
  • 1 scalogno.
  • 2 bustine di zafferano.
  • 60 g di parmigiano grattugiato.
  • 30 g di burro.
  • Paprika q.b.
  • Sale q.b.

Preparazione:

In un tegame con il burro, soffriggere lo scalogno pelato e tritato, versare la panna fresca e un goccio di acqua calda, mescolare, aggiungere lo zafferano, lasciar addensare sul fuoco per qualche minuto, rimestando con un cucchiaio di legno e salare.

Cuocere i fusilli in acqua salata, scolarli, amalgamarli al condimento preparato e servirli nel piatto da portata con la paprika e il parmigiano grattugiato.

Annunci

Tisana dimagrante allo zafferano.

La tisana allo zafferano è una bevanda dal gusto speziato molto particolare, nota anche per il suo gradevole aroma e per il colore rosso.
Per una maggiore efficacia di questa tisana dimagrate, l’ideale è consumarla subito dopo la preparazione, in modo da non disperdere le proprietà dello zafferano.
Occorrente:
  • Un pizzico di stimmi di zafferano (per ogni tazza).
  • Acqua q.b.
  • Miele (a piacere).

Preparazione:

Per preparare la tisana allo zafferano per prima cosa far bollire l’acqua.
Non appena l’acqua avrà raggiunto il bollore, versarla in una tazza.
Lasciare lo zafferano in infusione all’incirca per una decina di minuti.
Filtrare il liquido attraverso un colino a maglie strette in modo da prelevare gli stimmi di zafferano.
Unite il miele in base al proprio gusto personale.
La tisana allo zafferano è pronta per essere gustata.

11 Curiosità sullo zafferano.

  1. La città di Saffron Walden nell’Essex prende il nome dalla spezia, essendo il centro del commercio inglese di zafferano.
  2. L’origine dello zafferano è tutt’ora incerta e si suppone che l’area di una prima diffusione sia quella che si estende dal medio oriente alla penisola ellenica.
  3. Il fiore dello zafferano venne ufficialmente introdotto in Italia come coltivazione solo alla fine del 1200, grazie al padre domenicano Domenico Santucci, nato a Navelli, in provincia dell’Aquila, che visse a lungo al servizio del Tribunale dell’Inquisizione, in Spagna.
  4. La raccolta dei fiori di zafferano avviene all’alba, prima che gli stigmi si aprano, per preservarne il sapore e l’aroma.
  5. Servono circa 100mila fiori per produrre “appena” mezzo chilo di zafferano e servono circa 500 ore di lavoro.
  6. Alessandro Magno si lavava i capelli nello zafferano per mantenerne il meraviglioso colore arancione lucido.
  7. Lo zafferano si raccoglie in appena 20 giorni, tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre.
  8. Per non rovinare i pistilli le operazioni di raccolta vanno eseguite rigorosamente a mano, da raccoglitori (quasi sempre donne, perché hanno le mani più piccole) specializzate, che staccano i tre stigmi uno per uno.
  9. In Italia lo zafferano viene coltivato in sei regioni: Sardegna, Abruzzo, Toscana, Umbria, Emilia Romagna e Liguria, che insieme coltivano circa 50 ettari l’anno.
  10. Durante il medioevo ci fu un intenso uso di questa spezia che era conosciuta soprattutto per le proprietà curative, ma solo in pochi se ne potevano permettere l’uso a causa dell’elevato costo.
  11. Nel Trecento lo zafferano era uno dei prodotti che aveva la tassa di dogana in uscita più alta e in molti casi sostituiva la moneta.

Uova allo zafferano.

Ingredienti x 4 persone:

  • 150 g di fagiolini sottili.
  • 500 g di patate novelle.
  • 4 cipollotti.
  • 1 rametto di dragoncello.
  • 6 cucchiai di maionese.
  • Zafferano q.b.
  • 4 uova.

Preparazione:

Pulire 150 grammi di fagiolini sottili e cuocere al vapore con 500 grammi di patate novelle e lasciar raffreddare il tutto.

Pulire quattro cipollotti, tritarli grossolanamente, lavare un rametto di dragoncello e tritare anch’esso.

Mescolare sei cucchiai di maionese con un pizzico di zafferano.

Tagliare i fagiolini e le patate a pezzetti.

Sgusciare quattro uova sode e dividere ognuna in quattro spicchi.

Mescolare tutti gli ingredienti con la maionese allo zafferano e servire.

 

Minestra allo zafferano.

Ingredienti x 4 persone:

  • 1 cucchiaio di burro.
  • 2  cipolle tritate.
  •  200 g di patate.
  •  1 l di brodo vegetale.
  •  100 g di panna acida.
  • 1  bustina di zafferano.
  • 2  cucchiai di Vermont.

Preparazione:

Scaldare un cucchiaio di burro in una pentola.

Aggiungere 2 cipolle tritate e farle dorare.

Unire 200 grammi di patate e 1 l di brodo vegetale, coprire la pentola e cuocere il tutto per 20 minuti.

Quindi passare il composto ottenuto nel mixer per poi rimetterlo nella pentola.

Aggiungere circa 100 grammi di panna acida, una bustina di zafferano e due cucchiai di Vermont.

Lasciar cuocere per qualche minuto e infine servire in tavola.