Proverbi e detti popolari sul mese di Novembre.

Alcuni dei proverbi e detti popolari più conosciuti e non sul mese di Novembre:

  1. Per San Martino castagne e buon vino.
  2. Novembre vinaio.
  3. Se di novembre non avrai arato tutto l’anno sarà tribolato.
  4. Se di Novembre tuona, l’annata sarà buona.
  5. Novembre bagnato, in aprile fieno al prato.
  6. Trenta dì conta novembre, con aprile, giugno e settembre; di ventotto ce n’è uno tutti gli altri ne han trentuno.
  7. Novembre va in montagna e abbacchia la castagna.
  8. La neve di novembre fa bene alla semente.
  9. Novembre gelato addio seminato.
  10. Per i Santi manicotto e guanti.
  11. Per Ognissanti mantello e guanti.
  12. Ognissanti prende e S.Andrea rende.
  13. Prima o dopo i Morti la burrasca è alle porte.
  14. Per i Morti la neve negli orti.
  15. L’estate di San Martino dura tre giorni e un pocolino.
  16. A San Martino si sposa la figlia del contadino.
  17. A San Martino il grano va al mulino.
  18. A San Martino ogni mosto è vino.
  19. Per San Martino cadon le foglie e si spilla il vino.
  20. Per San Frediano c’è il vino e manca il grano.
  21. Per San Frediano si semina a piena mano.
  22. Per San Martino si mangia la castagna e si beve il buon vino.
  23. Oca castagne e vino per festeggiare San Martino.
  24. Per San Martino nespole e vino.
  25. A San Martino, tappa il barile e assaggia il tuo vino.
  26. A San Martino, bevi buon vino e lascia l’acqua per il mulino.
  27. Per San Clemente smetti la semente.
  28. Per Santa Caterina la neve si avvicina.
  29. A Santa Caterina tien pronta la fascina.
  30. Per San Valeriano, finisce la semina sul monte e sul piano.
  31. A San Saturnino la neve sul camino.
  32. Sant’Andrea porta o neve o bufera.
  33. Per Santa Caterina la neve alla collina.
  34. Per Santa Caterina o neve o brina.

 

Annunci

4 Fertilizzanti naturali per le piante.

Infuso al caffè.

Si tratta di uno dei numerosi usi alternativi del caffè.

L’infuso al caffè per fertilizzare le piante si può ottenere in modo molto semplice, versando un po’ di caffè avanzato nell’acqua che si utilizza per l’innaffiatura delle piante.

Il rimedio è particolarmente adatto per le azalee, i mirtilli e i rododendri.

Infuso di ortaggi.

Un’alleata molto utile per fertilizzare le piante è l’acqua di cottura delle verdure.

Infatti dopo aver portato ad ebollizione l’acqua e aver lessato le verdure, conservarla e lasciarla raffreddare.

Per poterla utilizzare però l’acqua di cottura non dovrà essere salata.

Nell’acqua rimarranno tutte le sostane benefiche che gli ortaggi avranno rilasciato durante la cottura.

Far raffreddare completamente l’acqua, diluirla nell’innaffiatoio e utilizzare il liquido ottenuto come fertilizzante naturale per le piante, soprattutto quelle dell’orto.

Infuso alle bucce di banana.

Tagliare a pezzetti una buccia di banana e trasferirla in un contenitore con spruzzino.

Riempire d’acqua il flacone prescelto, tappare e lasciar riposare per circa due settimane.

In questo modo le bucce di banana potranno fermentare prima dell’utilizzo.

Si otterrà un fertilizzante naturale liquido da spruzzare di tanto in tanto alla base della pianta

E’ adatto soprattutto da utilizzare sulle rose per favorirne la fioritura.

 

Infuso alle bucce di verdura

Riporre in un secchiello le bucce degli ortaggi appena pelati.

Coprire con acqua bollente e lasciar riposare per 1-2 giorni.

Scolare il tutto, filtrare e utilizzare il liquido ottenuto per innaffiare le piante.

Scegliete soltanto gli scarti vegetali e non altri tipi di avanzi di cibo.

 

Festa della mamma.

Alla mamma migliore del mondo, grazie per tutto quello che fai per me ogni giorno, 

per la vita che mi hai dato e per avermi insegnato a viverla, 

per l’amore incondizionato che mi trasmetti 

e per essere sempre al mio fianco.

In questo giorno tutto dedicato a te…

ti auguro una buona festa della mamma!

Ti voglio bene! ❤

– La tua Jessica.

Auguro a tutte le mamme del mondo una buona festa della mamma, che in questo giorno possiate circondarvi di tutte le persone che amate e che vi vogliono bene.

Un giorno speciale.

Oggi è un giorno speciale per la mia famiglia poiché è il 28esimo anniversario di matrimonio dei miei genitori.

Se mi dovessero chiedere “cos’è l’amore?”, mostrerei una foto dei miei genitori,

perché sono l’esempio d’amore più vero che conosca.

Da piccoli siamo portati a pensare che l’amore perfetto sia come quello delle favole,

beh alla veneranda età di 22 anni ( con ancora tutto da imparare) ho capito però una cosa,

amare una persona significa mettere il suo bene davanti al proprio,

fare un gesto carino o preparare la cena nonostante una stancante giornata di lavoro, solo per far piacere alla persona amata e farla stare bene,

mostrarsi vulnerabili e chiedere aiuto nel momento del bisogno ma nel contempo essere forti e pronti ad affrontare tutte le difficoltà insieme.

Questo è solo una millesima parte di quello che i miei genitori sono l’uno per l’altra,

perché nonostante qualche battibecco e i tutti i problemi che la vita quotidiana presenta,

nei loro occhi è presente ancora la stessa scintilla e lo stesso amore che li ha portati a scegliersi reciprocamente, come compagni di vita, il giorno che si sono conosciuti.

Detto questo auguro alle persone più importanti della mia vita, buon 28esimo anniversario!

Vi voglio un bene infinito,

la vostra Jessica.

 

 

3 consigli utili per rinforzare le unghie.

–  Scegliere cibi adatti a rinforzare le unghie e assumerli giornalmente nel proprio regime alimentare:

  • Pesce, cereali integrali, broccoli (contengono silicio).
  • Cacao amaro, vongole, rane, ostriche, spigole, lenticchie, frutta secca, prugne secche, fichi secchi, carne rossa, tacchino, crostacei e legumi (contengono ferro).
  • Aglio, cipolla, germe di grano e cavolfiore (contengono zolfo).
  • Crostacei (contengono molibdeno e proteine).
  • Ostriche, uova, legumi, broccoli, riso integrale, pesce, aglio, germe di grano (contengono zinco).
  • Pesce azzurro, uova, noci e salmone (contengono omega3).
  • Yogurt, formaggi, salmone, alici, polpo, rucola, soia, mandorle, spinaci, broccoli, cicoria, fichi secchi e verdure a foglia verde (contengono calcio).

–  Le unghie devono essere rinforzare con impacchi, oli, infusi e creme a base di:

  • olio di mandorle dolci, olio d’oliva o olio di ricino.
  • burro di cocco e burro di karitè.
  • limone.
  • bicarbonato.
  • polpa di avocado.
  • miele.
  • yogurt.
  • aglio.

–  Limitare l’uso di detersivi senza l’utilizzo di guanti protettivi, poiché indeboliscono molto le unghie.

Festa del papà.

A te

che mi sostieni in ogni mia scelta,

che sei il mio supereroe

forte e invincibile

pronto a difendermi da tutti i mali del mondo.

A te

che metti sempre il mio bene davanti al tuo,

che fai mille sacrifici

per garantirmi una vita perfetta.

A te

l’uomo più importante della mia vita,

auguro una magnifica festa del papà!

Che questo giorno tutto dedicato a te,

possa ricordarti quanto tu sia unico e speciale.

Ti voglio bene,

la tua Jessica.

 

8 marzo: Festa della donna.

In questo giorno speciale per prima cosa ci tengo ad augurare un buon 8 marzo a tutte le donne.

Che oggi non sia un giorno di gioiosa festività ma di pensiero e raccoglimento per tutte coloro che ogni giorno soffrono e combattono con positività e forza tutti i dispiaceri e le difficoltà della vita.

Concludo dedicando una poesia che ho personalmente scritto per l’occasione, dedicata a tutte le donne.

Sorridi sempre.


Sorridi sempre alla vita
anche se lei non ti sorride e ti volta le spalle.

Sorridi agli amori finiti perché sono serviti a farti crescere.

Sorridi alle tue gioie.
Sorridi ai tuoi dolori.

Sorridi sempre e comunque.

Il tuo sorriso sarà
la luce per il cammino della tua vita

e di chi hai intorno,

faro di speranza per chi non ha avuto la forza di sorridere e reagire al dolore.

Il tuo sorriso sarà
come un dolce bacio materno,

come un abbraccio,
un battito d’ali,
o un raggio di sole,

capace di scaldare il cuore a chi

incontrerà il tuo cammino.

Perciò donna ricorda,

sorridi sempre

perché la tua forza è la sola capace di far muovere il mondo.

 

 

Dialogo nel buio.

Dialogo nel buio consiste in una passeggiata completamene immersi nel buio per scoprire il sorprendente mondo degli ipovedenti, pieno di vita, di suoni, di odori e di materia.

Ci si ritroverà impacciati come bambini ai loro primi passi, attraversando ambienti familiari che si farà fatica a riconoscere, come un prato d’erba o una strada cittadina.

E mentre si procede a tentoni nell’oscurità, pestando i piedi agli altri e manovrando in modo maldestro il bastone tra continue difficoltà e risate, l’inquietudine man mano lascerà il posto alla tranquillità, sentendosi un pò tutti amici, condividendo questa bellissima esperienza.


La ragazza cieca che fa da guida giocherà con i partecipanti, rassicurando e mettendo alla prova la percezione di ognuno, suggerendo ad esempio di annusare l’odore di un determinato frutto o di fare determinate azioni.

Nel caos cittadino, lo spazio si riempie di insidie, ma lentamente l’oscurità si svela e ci si abitua a quella sensazione di buio.

Scopriamo che il buio non è affatto un “vuoto” ma è composto di persone e di oggetti capaci di suscitare una miriade di emozioni.

Profumi a cui normalmente non si fa caso rivelano la presenza dell’erba, cosi come la corteccia liscia o ruvida di un albero distingue un pino da una betulla.


Quando si costeggia un muro, l’improvvisa corrente d’aria fa percepire il buco di una porta aperta.

Non è una realtà differente, ma la riscoperta di un mondo familiare, solo visto con altri occhi che si chiamano tatto, udito, olfatto e gusto.


A proposito di quest’ultimo, la prova sensoriale più difficile è mettere lo zucchero dentro la tazzina del caffè o consumare la bevanda ordinata, una volta giunti al Caffè noir.

Una esperienza che tutti dovrebbero provare almeno una volta nella vita, davvero suggestiva e molto bella.